SBK Assen: Lorenzo Savadori e Aprilia in crescita

Lorenzo Savadori lascia Assen con un 6° ed un 4° posto in una gara condizionata dal maltempo

SBK Assen 2016 - Lorenzo Savadori sta crescendo e con lui anche l'Aprilia RSV4, per anni riferimento del mondiale riservato alle derivate dalla serie. Gara1 è è stata una gara d'attacco terminata per Savadori con un 6° posto. Il campione in carica della Stock 1000 è scattato bene dalla 4a fila lottando subito con il gruppo dei primi. Bene anche la seconda gara che ha concluso con il 4° posto.

aprilia-sbk-assen-11.jpg

Il pilota romagnolo del Team Iodaracing nel suo anno di debutto in Superbike, partito come tutti con le gomme da pioggia a causa della pista bagnata, è rientrato ai box al 13° giro per montare le slick che ha sfruttato al meglio fino alla bandiera a scacchi. Lorenzo Savadori in Gara 2 è stato il primo tra gli italiani dietro Rea, Sykes e Van Der Mark. Savadori è nono in classifica mondiale con 51 punti. Questo il commento del pilota #32 del Team Iodaracing Aprilia:

aprilia-sbk-assen-4.jpg

"Sono soddisfatto dei due piazzamenti del week end. Dobbiamo ancora sistemare alcune cose. In Gara1 dovevamo migliorare un poco il passo gara, soprattutto da metà gara in poi, perché nei primi giri riuscivamo a stare con i primi, mentre dopo abbiamo avuto dei problemi, quindi dobbiamo far meglio nella seconda parte della corsa. Per quanto riguarda Gara2, è stato stranissimo. Prima ha grandinato poi è uscito il sole. Siamo partiti con la pista bagnata e con le rain, ma dopo circa 4 giri ha iniziato ad asciugarsi e quindi c'è stato il flag to flag. Per me è stato tutto nuovo, il rientro ai box e il cambio gomme, mai fatto prima in gara. Sono molto felice soprattutto del lavoro che sta facendo Iodaracing e dell'aiuto di Aprilia. Resta solo il dubbio, se mi fossi fermato forse solo un giro prima, forse sarebbe andata ancora meglio. Sono molto soddisfatto di come stiamo andando, ma sono certo che non mi sarei sbilanciato a dire, prima dell'inizio della stagione che al quarto Round sarei finiti vicino al podio. Dovevo prima provare la moto prima di sbilanciarmi, so certamente qual'è il potenziale della moto e del team, possiamo crescere tutti insieme molto bene, di questo sono certo. La prossima gara sarà a Imola, pista che mi piace molto, dove lo scorso anno ho vinto in SuperStock, ma quest'anno corro in un'altra categoria con un'altra moto, cercherò di fare il massimo, anche perché di più non si può fare".

WSBK 2014 - Assen - Olanda 15-17 aprile

Giornata da dimenticare, invece, quella di Alex De Angelis. Il pilota di San Marino ha avuto un brutto incidente, scontrandosi con un altro pilota durante il warm up. De Angelis non ha potuto evitare l'impatto a causa della eccessiva lentezza del collega con il quale si è scontrato. Nell'impatto, De Angelis ha riportato la rottura del tendine estensore del mignolo della mano sinistra per il quale è stato operato presso l'ospedale Martini di Groningen.

  • shares
  • Mail