STK1000 Assen: Russo in pole, spavento per Tucci e Vitali

7 italiani nei primi 10 nelle qualifiche della Superstock 1000 in Olanda. Sessione interrotta due volte per i brutti incidenti .

russo-stk1000-2016.jpg

Riccardo Russo (Pata Yamaha) ha conquistato la pole position della FIM Cup Superstock 1000 per il round di Assen, secondo appuntamento stagionale per la categoria (clicca qui per orari e copertura TV), ma la sessione di qualifiche in Olanda è stata caratterizzata dallo spavento iniziale per i brutti incidenti che hanno visto coinvolti prima Luca Vitali (BMW Team 2R Racing) e il francese Florian Marino (Pata Yamaha) e più tardi, a poco più di minuti dalla fine, Andrea Tucci (Berclaz Racing by MotoXracing).

Entrambi gli episodi hanno portato all'esposizione della bandiera rossa e inizialmente avevano destato grande preoccupazione, per la loro dinamica e per il successivo intervento 'in forze' del personale medico, ma i primi reports hanno subito escluso conseguenze di estrema gravità per tutti i protagonisti coinvolti.

raffaele-de-rosa.jpg

Confermata la frattura al femore della gamba destra per Marino, apparsa subito evidente dalle immagini dopo essere stato investito da Vitali, ma si resta comunque in attesa di ulteriori e più precise comunicazioni ufficiali.

Completando il TT Assen Circuit in 1:38.248, Russo è andato a precedere l'argentino Leandro 'Tati' Mercado (Aruba.it Racing - Junior Team, +0.288), e 5 piloti italiani: Raffaele De Rosa (Althea BMW Racing Team, +0.540), che sarà in prima fila, Roberto Tamburini (Aprilia Nuova M2 Racing, +0.551) Michel Ruben Rinaldi (Aruba.it Racing - Junior Team, +0.917) e Marco Faccani (Ducati Triple-M Racing, +1.360), che costituiranno una seconda fila tutta tricolore, e Fabio Massei (Yamaha Team Trasimeno, +1.366) che aprirà una terza fila chiusa da Luca Salvadori (Aprilia GP Project, +1.451) ottimo 9° tempo dopo essersi messo in evidenza nelle libere 'bagnate' di ieri.

Superstock 1000 Assen 2016 - Classifica Qualifiche

stk-1000.jpg

1 R. RUSSO | ITA | Yamaha YZF R1 1'38.248
2 L. MERCADO | ARG | Ducati Panigale R 1'38.536 +0.288
3 R. DE ROSA | ITA | BMW S 1000 RR 1'38.788 +0.540
4 R. TAMBURINI | ITA | Aprilia RSV4 RF 1'38.799 +0.551
5 M. RINALDI | ITA | Ducati Panigale R 1'39.165 +0.917
6 M. FACCANI | ITA | Ducati Panigale R 1'39.608 +1.360
7 F. MASSEI | ITA | Yamaha YZF R1 1'39.614 +1.366
8 D. DE BOER | NED | Yamaha YZF R1 1'39.654 +1.406
9 L. SALVADORI | ITA | Aprilia RSV4 RF 1'39.699 +1.451
10 W. TESSELS | NED | Kawasaki ZX-10R 1'39.839 +1.591
11 L. MARCONI | ITA | Yamaha YZF R1 1'39.852 +1.604
12 J. GUARNONI | FRA | Kawasaki ZX-10R 1'39.885 +1.637
13 K. CALIA ITA | Aprilia RSV4 RF 1'39.894 +1.646
14 M. MOSER GER | Ducati Panigale R 1'39.953 +1.705
15 A. ANDREOZZI ITA | Kawasaki ZX-10R 1'40.016 +1.768
16 B. STARING | AUS | Kawasaki ZX-10R 1'40.195 +1.947
17 J. METCHER | AUS | Kawasaki ZX-10R 1'40.343 +2.095
18 E. PUSCEDDU | ITA | Ducati Panigale R 1'40.610 +2.362
19 A. MANTOVANI | ITA | Yamaha YZF R1 1'40.790 +2.542
20 G. BLACK | GBR | Kawasaki ZX-10R 1'40.914 +2.666
21 F. D'ANNUNZIO | ITA | BMW S 1000 RR 1'40.977 +2.729
22 A. TUCCI | ITA | Yamaha YZF R1 1'40.980 +2.732
23 N. WALRAVEN | NED | Honda CBR1000RR SP 1'41.022 +2.774
24 D. MCFADDEN | RSA | Kawasaki ZX-10R 1'41.051 +2.803
25 J. PUFFE | GER | Kawasaki ZX-10R 1'41.142 +2.894
26 R. HARTOG | NED | Kawasaki ZX-10R 1'41.169 +2.921
27 R. MERCANDELLI | ITA | Kawasaki ZX-10R 1'41.354 +3.106
28 S. SUCHET | SUI | Yamaha YZF R1 1'41.539 +3.291
29 C. PONSSON | FRA | Kawasaki ZX-10R 1'41.545 +3.297
30 L. VITALI | ITA | BMW S 1000 RR 1'42.168 +3.920
31 G. DUWELZ | BEL | BMW S 1000 RR 1'42.507 +4.259
32 A. SIMONESCHI | ITA | Kawasaki ZX-10R 1'42.827 +4.579
33 E. VIONNET | SUI | BMW S 1000 RR 1'42.853 +4.605
34 F. SANCHIONI | ITA | Kawasaki ZX-10R 1'42.872 +4.624
35 F. CAVALLI | ITA | Kawasaki ZX-10R 1'43.211 +4.963
36 F. MARINO | FRA | Yamaha YZF R1 1'43.425 +5.177
37 M. SBAIZ | ITA | Yamaha YZF R1 1'44.702 +6.454

Non Classificato
T. TOFFEL | SUI | Motos Vionnet BMW S 1000 RR 1'49.569

  • shares
  • Mail