Jorge Lorenzo: "Puntiamo al miglior risultato possibile"

MotoGP 2012 - Motegi - Box e Paddock

Con 28 punti di vantaggio a 3 gare dal termine, lo spagnolo Jorge Lorenzo non può che essere il grande favorito per il titolo di Campione del Mondo della MotoGP 2012. Durante tutta la stagione il fuoriclasse della Yamaha ha dimostrato una continuità ed una consistenza davvero notevoli, finendo nei primi due posti ovunque si sia gareggiato tranne che in Olanda, quando fu abbattuto alla prima curva dalla Honda del connazionale Bautista. Anche per i piloti Yamaha comunque, il GP di Malesia non può che riportare alla mente la drammatica edizione dello scorso anno.

"Alla fine torniamo a Sepang, una pista che riporta alla mente ricordi difficili per tutti noi per il tragico incidente di Marco [Simoncelli] dell'anno scorso - ha dichiarato il maiorchino - Per me comunque è una pista che ha anche dei bei ricordi, a cominciare dal 2010 quando sono diventato Campione del Mondo della MotoGP. Con ancora tre gare da disputare dobbiamo rimanere molto concentrati e fare del nostro meglio per regalare un bello spettacolo anche in questo fine settimana. La pista è forse più adatta alla nostra moto rispetto a Motegi, quindi puntiamo al miglior risultato possibile."

A causa della cancellazione della corsa dello scorso anno, Ben Spies ha potuto gareggiare a Sepang solo nel 2010 - raccogliendo tra l'altro un eccellente 4° posto - ma anche per lui il primo pensiero è rivolto a Simoncelli: "E' una strana sensazione tornare quì dopo quanto è successo l'anno scorso. Onoreremo la memoria del Sic nel modo migliore che conosciamo, cioè scendendo in pista dando il 100% come sempre. Lo scorso fine settimana c'è stata l'ennesima delusione per noi a causa di un problema con i freni. Spero davvero che saremo in grado di non avere alcun problema del genere quì a Sepang, così potremo mostrare il nostro vero potenziale da podio."

MotoGP 2012 - GP Motegi
MotoGP 2012 - GP Motegi
MotoGP 2012 - GP Motegi
MotoGP 2012 - GP Motegi

Massimo 'Maio' Mergalli, Team Director di Yamaha Factory Racing, inizia invece a 'intravedere' il successo: "Con soli tre GP da disputare Jorge adesso è molto vicino a conquistare il titolo di Campione del Mondo, ma ciascuno di essi sarà cruciale per cui non possiamo permetterci di rilassarci. Noi non siamo quì per puntare al secondo posto, quindi se sarà possibile vincere ci proveremo. Visti i risultati molto positivi ottenuti nei test pre-campionato siamo sicuri che anche Ben sarà in grado di mostrare quì il suo vero potenziale: ci aspettiamo un fine settimana senza problemi che gli permetta di farlo."

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: