WSBK Australia Gara1: vince Rea davanti a Davies e Vd Mark

Prima gara del mondiale Superbike 2016 a Phillip Island. Grande equilibrio in pista e battaglia tra i piloti, con sorpassi fino all'ultima curva prima della bandiera a scacchi. Ecco com'è andata.

Il mondiale Superbike 2016 (questi gli orari tv) ricomincia da Phillip Island e vale davvero la pena l'aver fatto la levataccia, perché lo spettacolo non è mancato, su una pista sempre splendida e finalmente baciata dal sole dopo un meteo incerto che ha imperato nei giorni scorsi.

Allo start sono le due Kawasaki a prendere la testa, seguite dalle due Ducati, dalla coppia di Honda, dal duo della Yamaha e dall'Aprilia di Savadori, al suo esordio nel mondiale delle derivate di serie, in un trenino che fa presagire grande divertimento.

Generated by IJG JPEG Library

Pronostico rispettato, con i nove piloti che si danno battaglia e, in particolare, Davies, Giugliano e Van de Mark che si sorpassano in continuazione. L'olandese ha tra le mani la datata e forse prossima alla pensione CBR 1000 RR, ma non lo sa e guida come se non ci fosse un domani, facendo linee completamente diverse da tutti gli altri, specie nella lunga esse dopo il rettilineo.

Non da meno i piloti in sella alla "rossa" di Borgo Panigale, impegnati a non perdere la gomma posteriore di Johnny Rea, il quale, dopo aver condotto i primi due giri ed essere poi stato secondo dietro al compagno Tom Sykes, prende la testa della gara nel corso della settima tornata.

Con il passare dei giri il gruppo via-via si sfilaccia, con Sykes che perdeun po' di terreno rispetto al compagno di squadra, a Davies, Vd Mark e Giuliano. L'inglese della Kawasaki, che non ha mai amato particolarmente il tracciato australiano, è per qualche giro dietro a Nicky Hayden con l'altra Honda, prima di riportarsi  in quinta posizione.

Generated by IJG JPEG Library

Gara 1 dolce-amara per la Yamaha capace, con Guintoli, di stare con i primissimi, al pari del compagno Lowes, che però vola fuori al 14° giro, fortunatamente senza conseguenze per il pilota. La R1M comunque c'è e non potrà che crescere durante l'anno.

Nei giri conclusivi sono Rea, Davies e Vd Mark a prendere un po' di margine sugli altri, con il gallese della Ducati che infila il pilota Kawasaki al rampino (Curva 10), ma va largo in uscita, consentendo al rivale, che si attendeva l'attacco, di reagire fulmineamente, riportandosi in testa prima dell'ultima e decisiva curva e tagliando il traguardo al comando, davanti alla Ducati numero 7 per 67 millesimi.

Terzo il pilota Honda, a meno di mezzo secondo da Rea e quarto un mai domo Giuliano, autore, all'ultimo giro, del record della gara in 1'31”445, crono che lo ha riportato a ridosso del terzetto di testa, ma non abbastanza per poter tentare un attacco in chiave podio.

Sykes, in difficoltà con le gomme, suo atavico handicap, nell'ultimo terzo di gara, limita i danni con un quinto posto comunque utile per la classifica, anche se a 3,4 secondi dal compagno. La nuova Ninja, dotata di un albero motore più leggero, consuma meno la gomma posteriore, ma la guida spigolosa dell'inglese a Phillip Island non è mai stata troppo redditizia e, in generale, porta il pilota numero 66 ad un consumo maggiore degli pneumatici rispetto al compagno di squadra, più morbido e rotondo nella percorrenza di curva e quindi meno brusco nella ripartenza.

Generated by IJG JPEG Library

Esordio in linea con le attese, per la Yamaha, con Guintoli sesto a 3,5 secondi da Rea, seguito da Leon Camier, che porta la MV Agusta F4 al settimo posto, davanti alla BMW del Team Althea di Jordi Torres, a Nicky Hayden ed alla BMW dell'esordiente Team Milwaukee, con Joshua Brookes alla guida.

Dopo la bandiera a scacchi, show di Rea, che ha fermato la moto a bordo pista, per poi fare qualche centinaio di metri a piedi, al piccolo trotto, per battere il cinque ad un folto gruppo di spettatori, prima di farsi fotografare sotto la doppia bandiera, nordirlandese ed australiana. Il pilota di Larne sta maturando anche come personaggio mediatico.

Se i test invernali e la Superpole (fatta da Sykes) avevano fatto capire che la ZX-10R è in forma, il campione del mondo in carica ha dimostrato che la nuova arma di Akashi è ancora la moto da battere. La Ducati è molto vicina, così come, almeno a Phillip Island (e storicamente ad Assen), anche la Honda. In generale comunque, l'equilibrio sembra regnare sovrano, ma i primi conti si faranno domani a quest'ora. Non mancate! :)

WSBK Phillip Island 2016 - classifica finale Gara 1


1 J. REA GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R 1'31.547
2 C. DAVIES GBR Aruba.it Racing - Ducati Ducati 1199 Panigale R +0.063
3 M. VAN DER MARK NED Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR SP +0.487
4 D. GIUGLIANO ITA Aruba.it Racing - Ducati Ducati 1199 Panigale R +0.647
5 T. SYKES GBR Kawasaki Racing Team Kawasaki ZX-10R +3.429
6 S. GUINTOLI FRA Pata Yamaha Official WSBK Team Yamaha YZF R1 +3.510
7 L. CAMIER GBR MV Agusta Reparto Corse MV Agusta 1000 F4 +10.721
8 J. TORRES ESP Althea BMW Racing Team BMW S1000 RR +11.539
9 N. HAYDEN USA Honda World Superbike Team Honda CBR1000RR SP +15.534
10 J. BROOKES AUS Milwaukee BMW BMW S1000 RR +23.239
11 R. RAMOS ESP Team GoEleven Kawasaki ZX-10R +23.411
12 L. SAVADORI ITA IodaRacing Team Aprilia RSV4 RF +24.012
13 K. ABRAHAM CZE Milwaukee BMW BMW S1000 RR +37.281
14 M. JONES AUS Desmo Sport Ducati Ducati 1199 Panigale R +44.720
15 S. BARRIER FRA Pedercini Racing Kawasaki ZX-10R +46.357
16 D. SCHMITTER SUI Grillini Racing Team Kawasaki ZX-10R +1'08.238
17 S. AL SULAITI QAT Pedercini Racing Kawasaki ZX-10R +1'08.299
18 P. SEBESTYÉN HUN Team Tóth Yamaha YZF R1 +1'30.771
19 I. TÓTH HUN Team Tóth Yamaha YZF R1 1 Giro
--------------------------------------------------Ritirati--------------------------------------------------
M. REITERBERGER GER Althea BMW Racing Team BMW S1000 RR -1 Giro
A. LOWES GBR Pata Yamaha Official WSBK Team Yamaha YZF R1 -6 Giri
X. FORÉS ESP Barni Racing Team Ducati 1199 Panigale R -11 Giri
A. DE ANGELIS RSM IodaRacing Team Aprilia RSV4 RF -19 Giri

WSBK Phillip Island 2016 - classifica campionato dopo Gara 1


1. J. REA - KAWASAKI 25
2. C. DAVIES - DUCATI 20
3. M. VAN DER MARK - HONDA 16
4. D. GIUGLIANO - DUCATI 13
5. T. SYKES - KAWASAKI 11
6. S. GUINTOLI - YAMAHA 10
7. L. CAMIER - MV AGUSTA 9
8. J. TORRES - BMW 8
9. N. HAYDEN - HONDA 7
10. J. BROOKES - BMW 6
11. R. RAMOS - KAWASAKI 5
12. L. SAVADORI - APRILIA 4
13. K. ABRAHAM - BMW 3
14. M. JONES - DUCATI 2
15. S. BARRIER - KAWASAKI 1

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 326 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO