Valentino Rossi: "al momento questo è il nostro potenziale"

MotoGP Motegi 2012

Valentino Rossi e Nicky Hayden hanno concluso il Gran Premio del Giappone rispettivamente al settimo e all’ottavo posto. Il pesarese ha girato su tempi molto costanti dall’inizio alla fine della gara, senza subire un calo eccessivo delle prestazioni nel finale, ma il “gap” sul giro che rimane da recuperare, gli ha impedito di lottare per una posizione migliore.

Kentucky Kid non ha mai trovato, durane il fine settimana, una messa a punto soddisfacente ed oggi in gara ha faticato a mantenere un buon ritmo. Tutto il team Ducati MotoGP si sposta adesso in Malesia dove domenica prossima si disputerà la seconda delle tre gare di fila che caratterizzano la lunga trasferta oltreoceano.

Penso che abbiamo fatto il massimo che potevamo fare durante tutto il fine settimana - ha dichiarato Valentino Rossi. "Abbiamo lavorato bene sulla moto e anche oggi, per la gara, avevo un buon setting. Purtroppo al momento questo è il nostro potenziale e il nostro passo, soprattutto nei primi giri, ancora non è a livello degli altri. Oggi ho guidato al massimo per tutta la gara, ho cercato di riprendere Bradl e alla fine mi sono avvicinato. Secondo me da quando abbiamo il nuovo telaio e il nuovo forcellone abbiamo trovato la costanza. Però c’è ancora da lavorare, perdiamo ancora tanto in accelerazione dove non riusciamo a mettere in terra tutti i cavalli perché le gomme “spinnano” troppo, soprattutto in uscita dalle curve lente. In ogni caso ci impegneremo al massimo fino alla fine e vedremo cosa viene fuori”.

MotoGP Motegi 2012
MotoGP Motegi 2012
MotoGP Motegi 2012
MotoGP Motegi 2012

Non è stata una gran giornata - ha detto invece Nicky Hayden. "Siamo stati indietro per tutto il fine settimana ma questa mattina nel warm-up avevamo recuperato un po’ di terreno. Purtroppo in gara invece ho avuto nuovamente problemi in frenata, soprattutto nei primi giri. Avendo poco feeling sull’anteriore tendevo ad allargare le traiettorie e sebbene la situazione sia progressivamente migliorata sotto quel punto di vista, c’era anche una vibrazione posteriore che mi impediva di mantenere un buon ritmo”.

E ha aggiunto Kentucky Kid: "Normalmente la nostra moto in frenata è molto forte, è un peccato che sia io sia Vale qui abbiamo faticato proprio in quest’area. In ogni caso è bello aver finito una gara e avere un punto da cui ripartire. Vorrei ringraziare il nostro fisioterapista, “Freddie” Dente che mi ha aiutato a gestire il fine settimana con un frattura al polso. Cercheremo di fare di più a Sepang”.

  • shares
  • Mail
311 commenti Aggiorna
Ordina: