Test MotoGP Australia: Vinales regola Marquez, Lorenzo e Rossi nel Day-2

Test MotoGP Australia 2016 - Maverick Vinales 1° nel Day-2 davanti a Marquez, Lorenzo e Rossi

Test MotoGP Australia Day-2 - Nella seconda giornata di Test MotoGP di Phillip Island Maverick Vinales ha portato la sua Suzuki GSX-RR davanti a tutti segno che le novità portate dalla casa giapponese sulla moto stanno dando i frutti sperati. Vinales ha regolato tutti grazie al tempo di 1'29.131. Il miglior tempo del 21enne spagnolo è già più veloce del miglior tempo in gara fatto segnare da Marc Marquez la scorsa stagione segno che la Michelin ha fatto un ottimo lavoro.

Secondo tempo per Marc Marquez staccato di +0.161 dal connazionale della Suzuki che ha preceduto la coppia Movistar Yamaha. Il campione del mondo Jorge Lorenzo, al comando per tutta la sessione pomeridiana e con un passo gara "interessante", ha chiuso quindi con il terzo tempo a poco oltre i due decimi da Vinales (+0.226). Quarto tempo per Valentino Rossi a soli +0.273 dalla Suzuki #26 guidata dal pilota più ricercato del mercato.

Quinto tempo per Cal Crutchlow con la "vecchia" Honda del Team LCR. La prima Ducati è quella di Hctor Barberà che ha preceduto l'ufficiale Andrea Iannone che ha sua volta ha preceduta la RC213V ufficiale di Dani Pedrosa. Chiuso la Top-10 Scott Redding (Octo Pramac Yakhnich) e Bradley Smith (Monster Yamaha Tech 3).

Classifica Test MotoGP Phillip Island Day-2


01- Maverick Vinales – Team Suzuki Ecstar – Suzuki GSX-RR – 1’29.131 (64 giri)
02- Marc Marquez – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.161 (79 giri)
03- Jorge Lorenzo – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.226 (80 giri)
04- Valentino Rossi – Movistar Yamaha MotoGP – Yamaha YZR M1 – + 0.273 (71 giri)
05- Cal Crutchlow – LCR Honda – Honda RC213V – + 0.540 (61 giri)
06- Hector Barbera – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 0.723 (54 giri)
07- Andrea Iannone – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP16 – + 0.726 (76 giri)
08- Dani Pedrosa – Repsol Honda Team – Honda RC213V – + 0.786 (55 giri)
09- Scott Redding – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP15 – + 0.810 (60 giri)
10- Bradley Smith – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 0.861 (75 giri)
11- Loris Baz – Avintia Racing – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 1.003 (54 giri)
12- Andrea Dovizioso – Ducati Team – Ducati Desmosedici GP16 – + 1.011 (88 giri)
13- Pol Espargaro – Monster Yamaha Tech 3 – Yamaha YZR M1 – + 1.023 (65 giri)
14- Danilo Petrucci – Octo Pramac Yakhnich – Ducati Desmosedici GP15 – + 1.025 (63 giri)
15- Aleix Espargaro – Team Suzuki GSX-RR – + 1.254 (53 giri)
16- Yonny Hernandez – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 1.378 (56 giri)
17- Jack Miller – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – + 1.383 (58 giri)
18- Eugene Laverty – Aspar MotoGP Team – Ducati Desmosedici GP14.2 – + 1.486 (52 giri)
19- Tito Rabat – Estrella Galicia 0,0 Marc VDS – Honda RC213V – + 1.519 (81 giri)
20- Takuya Tsuda – Suzuki Test Team – Suzuki GSX-RR – + 3.468 (48 giri)

test-motogp-australia-day-2-13.jpg

Test MotoGP Phillip Island, Preview Day 2: alla ricerca del sole..e di risposte

Test MotoGP Phillip Island -

The day after the storm, il giorno dopo la tempesta. O, per lo meno, è quello che il circus iridato della Motogp si attende dopo una prima giornata di prove funestate da un clima estremamente eterogeneo che ha creato delle condizioni praticamente inutili. Bagnato, asciutto, umido: c'è chi ha approfittato per effettuare qualche giro sotto la pioggia e cercare di capire meglio il comportamento delle Michelin intermedie e da bagnato, chi ha atteso ai box, e chi ha voluto mettere alla prova anche il proprio stato fisico. A fine giornata il miglior tempo è andato a Danilo Petrucci, bravo a sfruttare il momento giusto.

Non è una novità per il ternano, considerando anche il best lap della Malesia, ottenuto nella prima mattinata con gomme morbide: "Sono Primo? Spero di poterlo essere anche quando conterà qualcosa!" scherza il portacolori Pramac che però mostra evidentemente la cartina di tornasole di quanto contino, anche nella mente dei piloti, in una giornata del genere, i riferimenti prestazionali.

Ed, in effetti, scorrendo la classifica, desta particolare effetto vedere come non vi siano presenti nessuna Yamaha, ne Honda, ne Ducati ufficiale tra i primi cinque. C'è addirittura chi, come Dovizioso, non ha proprio girato - se non per un 'installation lap' - nell'attesa di condizioni stabili. Pioggia o sole poco importava, purchè si riuscisse a trarre indicazioni utili.

PHILLIP ISLAND, AUSTRALIA - FEBRUARY 17: Valentino Rossi of Italy and Movistar Yamaha MotoGP leads Marc Marquez of Spain and Repsol Honda Team during the 2016 MotoGP Test Day at Phillip Island Grand Prix Circuit on February 17, 2016 in Phillip Island, Australia. (Photo by Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Quelle indicazioni che, alla vigilia della stagione 2016, sono assolutamente necessarie per capire quale strada di sviluppo intraprendere. Ecco perchè il primo giorno di prove a Phillip Island è stato praticamente buttato, perso, e gli interrogativi sono rimasti gli stessi portati da Sepang, se non, in qualche modo, aumentati. Perchè Honda è alla costante ricerca di un affinamento, di una sinergia con l'elettronica che deve sposarsi con il proprio motore Screamer.

Perchè Yamaha deve capire se seguire l'indirizzo di una moto bassa e lunga per non avere troppi trasferimenti di carico in fase di staccata, o alta e 'corta' in termini di passo per una miglior reattività, puntando sulla M1 con il serbatoio sul codone (utilizzata oggi da Rossi) o con la disposizione dei pesi più tradizionale (utilizzata da Lorenzo).

motogp-test-phillip-island-day-1-002.jpg

Perchè Ducati deve capire se potrà realmente essere il terzo incomodo nella lotta al titolo mondiale (anche grazie al nuovo cambio seamless integrale), e se la scelta di aver iniziato lo sfruttamento del software Magneti Marelli - attraverso la Open Avintia fin da Aragon 2014 - da tempo abbia permesso di ottenere dati sensibili importanti per rendere al meglio con la nuova Desmosedici,.

Non si può dimenticare anche la Suzuki, seconda oggi con Maverick Vinales, alla ricerca di cavalli e potenza, senza perdere quell'equilibrio telaistico che l'ha contraddistinta nell'anno del suo ritorno.

Quesiti e domande a cui Phillip Island, probabilmente, non darà risposte definitive, e non solo per le condizioni del tempo, ma anche per un layout unico e, sopratutto, per un asfalto particolarmente abrasivo.

Ecco, probabilmente il circuito poteva essere una prova del nove per la Michelin, dopo le prove di Sepang e quello scoppio della gomma di Loris Baz. Fondamentali saranno le due prossime giornate, cosi come ancor di più i test a Losail, in prossimità del primo obiettivo stagionale. E li, non solo da spettatore, ci sarà anche Casey Stoner come Jolly spariglia-carte.

Test MotoGP Australia - Video giorno 1

Classifica Day-1 Test MotoGP Phillip Island (Australia)


01 Danilo Petrucci | Octo Pramac Yakhnich | Ducati Desmosedici GP15 | 1’31.764
02 Maverick Vinales | Team Suzuki Ecstar | Suzuki GSX-RR | + 0.719
03 Bradley Smith | Monster Yamaha Tech 3 | Yamaha YZR M1 | + 0.826
04 Scott Redding | Octo Pramac Yakhnich | Ducati Desmosedici GP15 | + 1.100
05 Cal Crutchlow | LCR Honda | Honda RC213V | + 1.184
06 Valentino Rossi | Movistar Yamaha MotoGP | Yamaha YZR M1 | + 1.324
07 Pol Espargaro | Monster Yamaha Tech 3 | Yamaha YZR M1 | + 1.362
08 Yonny Hernandez | Aspar MotoGP Team | Ducati Desmosedici GP14.2 | + 2.077
09 Jack Miller | Marc VDS Racing Team | Honda RC213V | + 2.228
10 Andrea Iannone | Ducati Team | Ducati Desmosedici GP16 | + 2.285
11 Tito Rabat | Estrella Galicia 0,0 Marc VDS | Honda RC213V | + 3.509
12 Marc Marquez | Repsol Honda Team | Honda RC213V | + 3.590
13 Aleix Espargaro | Team Suzuki Ecstar | Suzuki GSX-RR | + 3.820
14 Eugene Laverty | Aspar MotoGP Team | Ducati Desmosedici GP14.2 | + 3.915
15 Takuya Tsuda | Suzuki Test Team | Suzuki GSX-RR | + 4.402
16 Jorge Lorenzo | Movistar Yamaha MotoGP | Yamaha YZR M1 | + 8.061
17 Dani Pedrosa | Repsol Honda Team | Honda RC213V | + 8.374

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 69 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO