WSBK: il Kawasaki Racing Team presenta la ZX-10R 2016

Con stampa e partner tecnici al gran completo, il Kawasaki Racing Team ha presentato poco fa a Barcellona squadra, piloti e moto 2016, per tentare di bissare il successo in Superbike del 2015.

Serata di gala quella di stasera, per Kawasaki e KRT che, a Barcellona, hanno svelato protagonisti, programmi, ma soprattutto la nuova ZX-10R in configurazione WSBK, moto dominatrice dei recenti test invernali e con la quale Johnny Rea e Tom Sykes difenderanno il campionato del mondo delle derivate di serie conquistato l'anno scorso.

Ad aprire le danze è stato Guim Roda, manager del Kawasaki Racing Team che, nella doppia lingua (catalano e inglese), ha introdotto l'evento, ripercorrendo idealmente i primi passi dell'avventura della casa di Akashi nel mondiale delle derivate di serie a partire dal 2008, quando vennero gettate le basi del nuovo team Superbike.

krt_wsbk_2016.jpg

E' quindi salito sul palco Shigemi Tanaka, il quale ha spiegato come l'obiettivo 2016 di azienda e team è quello di consolidare gli obiettivi raggiunti lo scorso anno. Il direttore di Kawasaki Motor Europe ha ribadito come la ZX-10R 2016 sia frutto dello sviluppo congiunto della casa madre e di KRT, sulla base delle indicazioni date dai piloti ufficiali.

Tornato sul palco, Roda ha proseguito la sua narrazione della storia del team attraverso alcuni momenti focali, dalla prima vittoria di Sykes nel 2011, all'incidente di Joan Lascorz del 2012, quindi il titolo, ancora di Sykes, nel 2013, bissato da quello nella categoria EVO ottenuto da David Salom l'anno successivo, per finire al trionfale 2015 di Johnny Rea.

Quindi è stata la volta di Pere Riba e Marcel Duinker, rispettivamente ingegnere capo di Rea e di Sykes. Il primo ha affermato di avere molta fiducia nella moto, pur con la consapevolezza che il lavoro da fare sarà comunque duro, per raggiungere l'obiettivo, che resta quello di cercare ripetere e, se possibile, di migliorare ulteriormente il risultato del 2015. Sarà difficile, ma per lo spagnolo c'è il potenziale per portare a casa un altro mondiale.

Duinker ha anch'egli tessuto le lodi della nuova Ninja ZX-10R, dicendo che è più vicina, rispetto al precedente modello, allo stile di guida di Sykes, pertanto le aspettative sono molto elevate e ci sono le carte in regola per ribadire lo strapotere verde che c'è stato nel 2015.

Accolti con un lungo applauso da parte dei presenti, sono quindi saliti sul palco i due piloti, che hanno espresso le proprie considerazioni sulla moto e sulla stagione che sta per iniziare. Johnny Rea ha ammesso di sentire la pressione dopo un 2015 fantastico, ma la nascita del secondogenito gli ha dato nuove motivazioni. Il pilota di Larne ha concluso dicendo che non vede l'ora di ricominciare, sicuro di poter fare bene.

Tom Sykes ha invece ammesso che il 2015 è stato un anno difficile per lui, puntualizzando che, a fine campionato, è arrivato comunque terzo. L'inglese si è poi detto molto soddisfatto dei test invernali di quest'anno. Secondo lui la nuova Ninja è un grosso passo in avanti rispetto alla moto dello scorso anno ed il miglior pacchetto oggi disponibile in WSBK.

Per ultimo, ma non per questo meno importante, è stata la volta della moto. La ZX-10R 2016 in specifica WSBK è stata portata sul palco e presentata nella livrea ufficiale, con foto di rito con tutti i componenti della squadra. Non resta che preparare casse e valigie per Phillip Island. Tra dieci giorni si riaccenderanno i motori!

 

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 3 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO