Piaggio Liberty 125 ABS M.Y. 2016: primo contatto

E' il ruote alte che ha fatto la storia dell'ultimo ventennio della casa di Pontedera. Abbiamo testato il nuovo Liberty 125, che si rinnova nello stile con un pizzico di tecnologia in più per adattarsi alle esigenze dei teenager del 2016.

Test di Giorgio Fiorini

Piaggio Liberty 125 ABS M.Y. 2016 - Un nuovo entry level, non solo un restyling completo, ecco cos'è il nuovo ruote alte di casa Piaggio. Un modello che ha segnato la storia del marchio con più di novecentomila modelli venduti. Sarà il 2016 l'anno del milione?

Piaggio ha voluto progettare uno scooter a ruote alte per uso quotidiano che avesse anche un tocco glamour ma senza strafare, come è nell'anima del marchio. Ma in cosa è cambiato il nuovo Liberty?

Prima di tutto nelle dimensioni: sembra uno scooter più adulto e più grande, con forme più taglienti, lineari e nette. Lo scudo anteriore diventa più protettivo e non rinuncia all'elemento estetico verticale, ai cui lati sono incastonati dei gruppi ottici a LED. Anche il manubrio è nuovo, il gruppo ottico principale è stato totalmente rinnovato, anch'esso con linee più taglienti e nette.

La grandezza è il piatto forte, poiché vi sono alloggiati i nuovi comandi nella parte posteriore, completi e facili da controllare. La nuova strumentazione fa un salto in avanti rispetto alla precedente versione di Liberty. Non più meccanica ma elettronica, integrando le classiche lancette analogiche con un display LCD gestibile con un pulsante sulla destra del manubrio che fornisce tutte le informazioni per la gestione del veicolo.

Nel controscudo invece, grazie allo spostamento della batteria, lo spazio a disposizione per il vano portaoggetti passa dai 2 litri del precedente Liberty ai quasi 4 del nuovo modello. Come optional, lo spazio prevede anche la presenza di una comoda presa USB per la ricarica dello smartphone.

Chicca pensata per il mercato giovanile, è la presenza di due diffusori che permettono di ascoltare musica anche in movimento, gestibile con lo smartphone tramite il sistema bluetooth. Anche la parte centrale ha subito un completo restauro, la sella è stata completamente rimodellata, finalmente più generosa nelle dimensioni e abbastanza curata anche nei dettagli, come l'imbottitura e la cucitura a vista che donano un tono meno industriale al tutto.

La coda del veicolo acquisisce una presenza preponderante nell'immagine del nuovo Liberty. L’aumentata capacità di carico ha comportato un aumento delle dimensioni. La forma, fluida e armoniosa, del posteriore termina in un gruppo ottico scolpito e modellato, integrando i caratteristici elementi laterali di Liberty. Questi elementi cromati sono coordinati con quelli che proteggono lo scudo.

Anche la tecnica ha subito una completa review: il nuovo motore Piaggio 125 cc presenta un incremento di potenza del 10% rispetto alla motorizzazione che equipaggiava la precedente versione di Liberty, a fronte di una riduzione dei consumi del 16%.

Questo è stato possibile anche grazie ai nuovi motori iGet completamente nuovi, sia nella componentistica meccanica, sia nella parte elettronica. Sono monocilindrici studiati per massimizzare prestazioni e consumi, tanto che i basamenti (sia per il 125 che per il 150) sono gli stessi.

Tra i componenti del tutto inediti sono da segnalare: l’albero motore, con inerzia maggiorata del 24% rispetto al precedente motore, per una decisa riduzione delle vibrazioni e migliore fluidità di marcia, il nuovo motorino di avviamento (più silenzioso del 70%), il coperchio della trasmissione (riduzione della rumorosità e aumento della rigidezza), il filtro aria con cartuccia in carta di tipo automotive (migliore azione filtrante e rumore di aspirazione ridotto) e il sensore barometrico per una combustione sempre ottimale.

Il telaio di Piaggio Liberty è una struttura monoculla realizzata in tubi di acciaio e da elementi in lamiera stampata. I nuovi valori di rigidità torsionale (+15%) e di rigidezza longitudinale (+17%), si traducono per in un handling e una stabilità di guida decisamente migliori.

All’avantreno, lavora una forcella telescopica idraulica con una geometria rivista, mentre al retrotreno troviamo un doppio braccetto a collegare il carter motore al telaio, per garantire uno smorzamento ottimale delle forze alterne del motore. Il sistema ABS che equipaggia Liberty 125 cc è stato sviluppato da Piaggio con Bosch. Le ruote sono dei generosi cerchi da 16" davanti e da 14" dietro, con uno pneumatico altrettanto generoso (100/80) che garantisce stabilità.

VOTO 7 primo contatto
Ma come va? Ci sediamo e subito notiamo che la la posizione di guida è comoda, si sta ben eretti. Una volta partiti, il leggero rombo proveniente dallo scarico è comunque pieno, lo scatto ai semafori è brioso, con una risposta nell'erogazione sempre pronta, soprattutto negli apri e chiudi urbani.

Ci immettiamo su una strada di campagna, dove possiamo apprezzare l'erogazione e l'espressione "massima" del motore. Nelle curve in salita, il motore è regolare e risponde con prontezza alla richiesta di gas. Al contrario, in discesa, il feeling trasmesso dall'impianto frenante non è proprio il massimo.

Frenata potente e ben modulabile all'anteriore, mentre il posteriore (con freno a tamburo) risulta spugnoso nell'azionamento e tende a far ondeggiare il posteriore in caso di frenata decisa. L'ABS entra in funzione solo quando deve e non è invadente, questo incrementa la fluidità di guida che è il vero punto forte di questo mezzo.

Le sospensioni morbide regalano un buon comfort anche sulle strade più dissestate, con una risposta comunque sincera anche in curva. Grazie all'anteriore da 16" e all'ampio raggio di sterzata, il nuovo Liberty è molto agile nel traffico e si rivela un ottimo compagno di viaggio per la quotidianità.

Forse pecca un po' in cattiveria, ma in un segmento così affollato sicuramente è fra gli entry level a ruote alte che saranno in lizza per una bella fetta di mercato. Infine, il nuovo Liberty 125 è personalizzabile con una lunga lista di accessori, tra i quali la già citata porta USB, la chiave contactless (che permette di avviare lo scooter con le chiavi ancora in tasca), il parabrezza e bauletto aggiuntivo posteriore e il dispositivo che consente il monitoraggio di prestazioni e consumi attraverso un'app di Piaggio appositamente dedicata.

Nella pagina successiva, le caratteristiche tecniche

  • shares
  • Mail