I rincari 2016 sulla rete autostradale

Con il nuovo anno le tariffe sulla Milano-Torino aumentano del 6,5%, ma sono diversi gli aumenti previsti.

The empty motorway leading to North Rome's toll-gate blocked by trucks during a strike in the outskirts of Rome, 10 December 2007. Traffic on Italian roads and highways was slowed or brought to a standstill today after lorry drivers started a five-day nationwide strike against high fuel prices. AFP PHOTO / Filippo MONTEFORTE (Photo credit should read FILIPPO MONTEFORTE/AFP/Getty Images)

Ieri, 1° gennaio 2016, sono entrati in vigore gli aumenti dei pedaggi preannunciati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti che vanno ad interessare diversi tratti della nostra rete autostradale.

D'intesa con il il Ministro dell'Economia e delle Finanze, sono stati riconosciuti i seguenti adeguamenti delle tariffe per i pedaggi autostradali:

- ATIVA 0,03%
- Autostrade per l'Italia 1,09%
- SATAP Tronco A4 6,50%
- Strada dei Parchi 3,45%
- TEEM 2,10%
- Pedemontana Lombarda 1,00%

L'aumento maggiore interessa quindi il tronco della A4 da Torino a Milano, che registra il significativo aumento del +6,5%. Seguono la Strada dei Parchi con un +3,45%, la Tangenziale Est Spa che registra un +2,10%, Autostrade per l'Italia con un +1,09%, la Pedemontana Lombarda con un +1% e Ativa, che rileva un lieve +0,03%.

Per quanto riguarda le altre società autostradali si attende l'aggiornamento del relativo Piano Economico Finanziario, motivo per cui i loro tariffari sono provvisoriamente bloccati in attesa dell'inevitabile adeguamento dopo l'approvazione del piano. Il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti ha quindi confermato che l'aumento medio attualmente riconosciuto risulta dello 0,86%.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO