Lorenzo replica a Sector, "si era già concordato di comune accordo"

Meglio tardi che mai, lo staff di Lorenzo con un comunicato stampa dichiara che il rapporto con Sector era già destinato a concludersi di comune accordo.

jorge-lorenzo-motogp-australia-2015-yamaha-3.jpg

Non si può dire che abbiano avuto i riflessi pronti Lorenzo e il suo staff nel replicare a Sector con un mese e mezzo di ritardo, ma quando lo sponsor aveva dichiarato un mese e mezzo fa di voler abbandonare il maiorchino, lui era impegnato a conquistare il Motomondiale. Il rapporto con il famoso marchio di orologi è durato tre anni e ora subentreranno i cinesi di Zopo.

jorge-lorenzo-malesia-2015.jpg

Sector aveva ammesso di non voler continuare il rapporto dopo i fatti di Sepang e prima del conclusivo e decisivo GP di Valencia, ma secondo lo staff di Lorenzo e quanto dichiarato dal suo ufficio stampa i giochi erano fatti da tempo. "Nel settembre 2015 si era già concordato di comune accordo per iscritto che Sector dopo tre anni non avrebbe rinnovato la sponsorizzazione ed è stato notificato che il marchio cinese di smartphone Zopo avrebbe occupano la posizione non ricevendo obiezioni. Non abbiamo annunciato la sponsorizzazione in segno di rispetto per il marchio italiano che ci ha sostenuto per tre anni", riporta il comunicato stampa.

Sector No Limits e Jorge Lorenzo

 

"Sector non mai comunicato ad alcun membri della squadra di Jorge Lorenzo che avrebbe inviato un comunicato stampa prima del Gran Premio di Valencia" precisa anche lo staff che conclude dichiarandosi deluso per il tentativo di Sector di cogliere l'attimo in quei giorni particolari con un tentativo opportunista di mostrare i fatti in una luce diversa e a proprio favore.

 

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: