MotoGP: Casey Stoner alla festa Ducati

Casey Stoner è stato ospite dell'azienda bolognese, di cui sarà tester e testimonial nel 2016, ma molti sperano in qualcosa in più...

2-stoner_qatar_2007.jpg

Fino a fine anno è ancora un pilota Honda, ma il futuro di Casey Stoner, come si sa, è di colore rosso-Ducati. Pertanto, non potendo incontrare in maniera ufficiale i vertici della casa bolognese, l'australiano lo ha fatto in forma privata.

E' stato il primo contatto “live” del nuovo capitolo della collaborazione tra l'azienda italiana ed il canguro mannaro, che farà da tester e testimonial all'azienda, anche se il desiderio di tutti gli appassionati, ducatisti e non, è quello di vederlo nuovamente in bagarre con tutti gli altri piloti in MotoGP.

1-stoner_motegi_2007.jpg

In attesa di questo, che non è comunque detto che si verifichi, Stoner ha incontrato l'ing. Dall'Igna, “padre” dell'ultima Desmosedici, che il pilota di Southport, vincitore nel 2007 dell'unico titolo mondiale MotoGP conquistato da Ducati, guiderà a fine Gennaio 2016.

L'australiano, che si è tenuto” in allenamento” in qualità di tester Honda per lo sviluppo della RC213V, pur essendo lontano dalle competizioni nella premier class, ha comunque recenti esperienze di gara grazie alla sua partecipazione alla 8 Ore di Suzuka.

In quell'occasione, un problema tecnico alla sua Honda CBR 1000 RR gli causò una brutta caduta. A questo va poi sommato il mai digerito diniego, da parte della casa dell'ala dorata, di permettergli di sostituire l'infortunato Daniel Pedrosa nel corso della passata stagione, episodi che hanno forse incrinato il rapporto tra Stoner e la casa giapponese, al punto di convincerlo a cedere alle avance di Ducati ed a farlo tornare a vestire di rosso.

E Casey ha ceduto, eccome, per la gioia dei numerosissimi tifosi della rossa che sognavano da tempo di rivederlo in sella ad una moto di Borgo Panigale. Per capirlo è bastata la standing ovation che ha ricevuto quando, timido e schivo com'è sempre stato, è salito sul palco dell'auditorium Ducati, introdotto da Claudio Domenicali davanti ad oltre novecento persone.

Stoner inizierà il suo lavoro provando la GP15 e non la GP-X che disputerà il mondiale del prossimo anno. La richiesta sarebbe venuta dal pilota, desideroso di capire il livello della moto attuale.

L'australiano sarà in pista a fine Gennaio e, forse, insieme ai piloti ufficiali nella sessione di test prevista dalla Dorna dall'1 al 3 di Febbraio. La febbre australiana sta già salendo tra i tifosi Ducati e forse non solo.

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: