EBR: asta fallimentare contestata, futuro incerto

Continua la saga giudiziaria di Erik Buell Racing: contestata l'offerta vincente dell'ultima asta fallimentare e parola di nuovo ai tribunali

erik-buell-racing-motodays-2014-3jpg

Continua l'iter giudiziario sempre più incerto della Erik Buell Racing (EBR), costruttore americano nato da un'iniziativa di Erik Buell dopo la fine della 'prima' Buell Motorcycles. EBR, incappata quest'anno in un clamoroso crac finanziario e costretta a smantellare le proprie attività, è infatti ancora in attesa di un acquirente dopo che la seconda asta fallimentare per la vendita in blocco dei suoi assets non è andata a buon fine.

Ricapitoliamo brevemente le ultime vicende: ad aggiudicarsi la prima asta fallimentare di Luglio era stata Atlantic Metals LLC con l'offerta di 2,25 milioni di dollari, ma l'azienda guidata da Bruce Belfer non riuscirà a completare per tempo le operazioni di copertura finanzia per chiudere l'acquisto, e per questo la EBR è tornata all'asta lo scorso giovedì.

L'annuncio del nuovo proprietario era atteso per lunedì, ma anche se quest'ultima asta si è conclusa con un offerta vincente, non c'é stato nessun annuncio. L'offerta vincente infatti è stata immediatamente contestata ed è subito stata programmata una nuova udienza in tribunale per il 14 gennaio 2016 per dirimere la questione. Le notizie sulla vicenda restano al momento piuttosto frammentarie, ma i media americani danno quasi per scontato che EBR si appresti a tornare sotto il martello del banditore per la terza volta. Staremo quindi a vedere quale saranno gli sviluppi per il marchio americano. Rimanete sintonizzati.

  • shares
  • Mail