Suter abbandona il Mondiale Moto2

Il telaista svizzero rinuncia a competere nella middle-class del Motomondiale dopo 3 titoli costruttori e uno piloti con Marquez.

suter-fuligni.jpg

La svizzera Suter ha abbandonato i piani di rilancio del proprio impegno nella classe Moto2 del Motomondiale, decidendo invece di abbandonare del tutto la competizione con effetto immediato, quindi già a partire dalla prossima stagione 2016. L'uscita di Suter lascia solo Speed ​​Up e Tech3 come alternative al telaio dominante della Kalex, che ha già occupato 26 dei 34 posti della griglia per il prossimo anno.

Dopo essere stato tra i grandi protagonisti della nuova classe intermedia istituita nel 2015 - con titoli costruttori nel 2010, 2011 e 2012 più il titolo piloti di Marc Marquez nel 2012 - il telaista elvetico aveva lasciato trapelare la sua intenzione di ritornare presto competitivo nel con il suo nuovo frame aggiurnato MMX2, ma la decisione comunicata ufficialmente oggi pone inevitabilmente fine a questo progetto.

Dopo aver schierato solo una manciata di moto nel 2015, nella lista provvisoria dei partecipanti al Mondiale Moto2 2016 il telaio Suter è attribuito a soli tre piloti, per altro tutti rookies: l'esperto spagnolo Efren Vazquez (Ioda), il 'figlio d'arte' Remy Gardner ed il nostro Federico Fuligni (AGP). Tra i motivi del ritiro ci sarebbe infatti anche quello dell'incapacità di attirare 'piloti vincenti' tra le sue fila.

suter.jpg

Il comunicato rilasciato dall'azienda d'Oltralpe recita quanto segue:

"Con effetto immediato, Suter Racing termina il suo coinvolgimento nella classe Moto2 del Motomondiale e non farà applicazione per la licenza costruttori per il prossimo anno. Dato che nessuna squadra con piloti vincenti si è resa disponibile per mostrare l'enorme potenziale della nostra moto completamente sviluppata per il 2016, Suter conclude per il momento il suo impegno dopo aver vinto 3 titoli costruttori e, nel 2012, anche il campionato piloti con Marc Marquez."

"Al momento, il nostro reparto corse è pienamente impegnato sui lavori per le più grandi case motociclistiche nelle classi Moto3 e MotoGP. Ma, naturalmente, ci sarà spazio per sviluppare e produrre in futuro anche moto da corsa con il nostro marchio. La pianificazione di un nuovo programma sportivo è già ben avviata."

Tech 3's Spanish rider Ricard Cardus slides after falling down during the Moto2 race of the Spanish Grand Prix at the Jerez racetrack in Jerez de la Frontera on May 3, 2015.   AFP PHOTO / JORGE GUERRERO        (Photo credit should read Jorge Guerrero/AFP/Getty Images)

  • shares
  • Mail