Ohvale GP-0 la piccola due ruote, divertente come una maxi

Una piccola moto nata e realizzata in Italia per chi vuole divertirsi in pista senza ingombri.

Il progetto OHVALE GP-0 nasce da un'idea di Valerio Da Lio che annovera un'esperienza di oltre trent'anni nel mondo del motociclismo. Si tratta di una piccola moto vista ad Eicma 2015, con ergonomia accessibile, facile da utilizzare, ma al contempo caratterizzata da una guida estrema, da vera moto racing, in grado d'abbattere i costi e tutte le scomodità connesse alle trasferte in pista. Ogni componente è pensato a tale scopo, privilegiando raffinatezza e robustezza, per una cura costruttiva e  finiture Made in Italy.

La progettazione, realizzata interamente in CAD 3D, ha seguito i canoni di una moto sportiva. Siamo partiti studiando i baricentri, posizione pignone, tiro catena, avancorsa, posizione cannotto, offset piastre, al fine di arrivare a quella distribuzione dei pesi giudicata ottimale sulle sportive moderne, 53% all’anteriore, 47% al posteriore”, spiegal’Ing. Fioravanzo. Il forcellone posteriore è in lega di alluminio con bracci a sezione variabile e componenti estruse saldate alle estremità.
L’altezza limitata della OHVALE GP-0 è garanzia di maggiore sicurezza. Inoltre la moto è stata progettata in modo da assorbire al meglio gli urti grazie a tamponi in teflon
alle estremità di semimanubri e pedane.

ohvale-ad-eicma-2015-005.jpg

La carrozzeria è costruita in fiberglass preimpregnato e con ciclo di cottura in autoclave, procedimento che assicura robustezza, elasticità, leggerezza e spessore costante. In particolare il codone/serbatoio è in unico pezzo per garantire la massima solidità mentre la benzina è contenuta in un sottoserbatoio in alluminio. La posizione di guida, che vanta leve e pedane regolabili, è stata studiata per assicurare una ergonomia da moto classica per il migliore utilizzo della stessa ed il migliore controllo a piloti di tutte le corporature.

ohvale-ad-eicma-2015-012.jpg

I propulsori scelti sono motori a 4 tempi, 2 o 4 valvole, a marce o monomarcia con avviamento elettrico o kick start, con potenze tra 8hp e 25hp. Le diverse versioni sono state equipaggiate con scarico Arrow in acciaio inox e carbonio con tubi a diametri differenziati, sviluppato al banco prova appositamente per questo modello. L'impianto frenante è caratterizzato da soluzioni tecniche delle maxi sportive: all'anteriore pinze
radiali monoblocco a quattro pistoncini con disco da 180mm, al posteriore pinze a due pistoncini con disco da 155mm, pastiglie sinterizzate, tubi in treccia e leve regolabili. Particolare attenzione è stata riservata alla potenza frenante e alla modulabilità. I cerchi sono da 10", in lega di alluminio a 3 razze sdoppiate.

  • shares
  • Mail