WSBK, Magny Cours: Biaggi, Sykes e Melandri pronti alla sfida finale

Il Mondiale Superbike torna nel weekend per l'ultimo round della stagione, il GP di Francia, con tre piloti teoricamente ancora in lizza per conquistare il titolo mondiale 2012. L'attuale capoclassifica Max Biaggi (Aprilia Racing) è per forza di cose il grande favorito per la corona, forte di un vantaggio di 30.5 punti sul britannico Tom Sykes (Kawasaki Racing) e di 38.5 su Marco Melandri (BMW Motorrad Motorsport). Alla luce di tale margine, al campione romano saranno sufficienti 20 punti da racimolare nel corso delle 2 gare per laurearsi campione, e questo indipendentemente dal risultato degli avversari. In pratica, due 6° posti sarebbero sufficienti anche in caso di doppia vittoria di Sykes.

"Voglio affrontare questa ultima gara come tutte le altre - ha spiegato Biaggi nelle consuete dichiarazioni pre gara - So che la pressione sarà forte, vista la classifica, ma non dobbiamo lasciarci distrarre perché siamo i primi a rischiare. Essere davanti ti mette nel mirino, gli avversari sanno che ogni nostra debolezza potrebbe riaprire i giochi. Io sono comunque tranquillo e concentrato come sempre, abbiamo dimostrato di poter fare bene quando riusciamo a sfruttare ogni turno di prova. Non vedo l'ora di scendere in pista e iniziare a lavorare".

Nonostante il considerevole distacco in classifica, Tom Sykes non ha rinunciato alle sue speranze mondiali, anzi: "Non vedo l'ora di tornare sulla mia ZX-10R. Sono entusiasta di andare a Magny Cours in quanto è una gara dove abbiamo dimostrato di avere un certo potenziale in passato, ed ora la nostra moto funziona pure meglio. Proveremo ad andare lì facendo il solito lavoro e, onestamente, sono anche alla ricerca di un po 'di fortuna: sono secondo in campionato, a 30.5 punti dal leader, quindi abbiamo bisogno che la fortuna ci aiuti un pò. In ultima analisi, qualcosa può sempre accadere: è successo a me in Gara-2 la scorsa settimana, ed è successo a Melandri nelle ultime quattro gare, per cui mi auguro di riuscire a fare due belle gare e di scalare una posizione."

Superbike 2012 - GP di Portimao
Superbike 2012 - GP di Portimao
Superbike 2012 - GP di Portimao
Superbike 2012 - GP di Portimao

"Siamo secondi in campionato - ha aggiunto il britannico - e se mi fosse stata offerta questa posizione a inizio anno sono sicuro che sia io e che tutta la squadra avremmo accettato senza discutere, ma adesso siamo quì e sappiamo bene cosa siamo in grado di fare. Indipendentemente da come finirà, se chiuderemo nella Top 3 avremo avuto un anno davvero buono, molto buono. Matematicamente siamo ancora in corsa per il titolo, quindi penso che dobbiamo provarci: anche gli altri hanno fatto degli errori, ma in fin dei conti abbiamo avuto tutti le stesse opportunità. Essere al secondo posto è un buon risultato, penso che rispecchi la nostra situazione: quest'anno abbiamo imparato molto, e in certe gare abbiamo fatto fatica perchè stiamo ancora imparando, ma abbiamo fatto dei progressi enormi, abbiamo vinto qualche gara e abbiamo lottato per vincerne altre, e sono certo che il prossimo anno saremo ancora più forti."

Dopo il GP di Russia Marco Melandri era diventato il grande favorito per il titolo, lasciando Mosca con 18.5 punti di vantaggio su Biaggi e ben 41 su Sykes a 3 rounds dalla fine, ma da allora il ravennate non ha più fatto punti, collezionando un 'doppio zero' sia al Nurburgring che a Portimao. Alla vigilia dell'ultimo round della stagione, le sue speranze di titolo mondiale sono ormai esigue: "Dopo il Portogallo ho trascorso molto tempo a casa, riposando e cercando di recuperare dall'infortunio. Mi fa ancora male, ma mi sento un pò meglio ogni giorno e adesso non vedo l'ora di andare a Magny-Cours. Le ultime due domeniche di gara sono state difficili per noi, ma adesso ce le siamo lasciate alle spalle e siamo motivati ​​come sempre, pronti a combattere. Di sicuro l'ultimo round della stagione non sarà facile, ci sarà da lottare per stare davanti. Per noi sarà importante lavorare bene fin dal primo giorno, al fine di prepararci al meglio per le gare."

"Mi piace il circuito di Magny-Cours - ha proseguito Melandri - l'anno scorso ho corso qui per la prima volta e ho fatto due gare molto buone. E' un circuito difficile ma interessante, che offre una combinazione di tutto: quando ho guidato lì per la prima mi ci è voluto un po' di tempo per trovare il modo migliore per frenare nelle curve lente, ma poi ho trovato il giusto 'feeling' e sono andato molto veloce. E' una pista che mi piace anche perché la superficie è molto liscia: l'anno scorso mi sono divertito moltissimo, e questo sarà il mio obiettivo anche per quest'anno. Voglio godermi questo finale e terminare la stagione con la migliore prestazione ed il miglior risultato possibile."

Superbike 2012 - Nurburgring (GER)
Superbike 2012 - Nurburgring (GER)
Superbike 2012 - GP di Portimao
Superbike 2012 - GP di Portimao

  • shares
  • Mail
8 commenti Aggiorna
Ordina: