MotoGP 2016: Scott Redding verso Ducati Pramac?

Il 22enne pilota inglese potrebbe effettuare un trasferimento a sorpresa al team Ducati Pramac per il 2016: Kent e Zarco le alternative.

scott-redding-3.jpg

Poco prima del GP della Repubblica Ceca, il team manager di Ducati Pramac Francesco Guidotti aveva ammesso di aver intavolato delle trattative con i due leaders delle 'classi minori' del Motomondiale - Danny Kent in Moto3 e Johann Zarco in Moto2 - per andare ad affiancare Danilo Petrucci nella Premier Class 2016, ma nel weekend pare siano salite prepotentemente le quotazioni di un terzo pilota in lizza per il posto: Scott Redding.

L'indiscrezione è rimbalzata negli ultimi giorni su vari organi di informazione: Scott Redding sarebbe rimasto piuttosto deluso dalle deboli prestazioni della sua Honda RC213V nel team Marc VDS Racing - una squadra praticamente allestita a inizio anno per farlo correre con uno dei prototipi 'satellite' dell'Ala Dorata - e vedrebbe in un passaggio a Ducati Pramac la 'mossa ideale' per mostrare il suo vero potenziale.

scott-redding-1.jpg

Dopo undici gare in questo 2015, Redding è solo 14° nel Mondiale con 37 punti, con il settimo posto a Barcellona quale miglior risultato stagionale. Il connazionale Cal Crutchlow, in pista con l'altra RC213V ufficiale del team LCR, è invece 9° con 74 punti.

Interrogato sulla questione da SpeedWeek, Michael Bartholemy, manager personale del 22enne britannico e anche 'boss' del team Marc VDS Racing, ha dichiarato:

"Conosco bene Scott. La mia sensazione è che lui voglia fare subito un cambiamento deciso, ma questa decisione spetta solo a Scott. Deve fare ciò lui ritiene sia la cosa migliore per la sua carriera, è questo quello che gli ho detto."

motogp-2051-redding-scott-1.jpg

Francesco Guidotti e il Project Manager di Ducati in MotoGP Paolo Ciabatti avrebbero inoltre confermato entrambi l'interesse per il talento inglese, che già in passato era stato oggetto della 'corte' degli uomini di Borgo Panigale (nel 2012 aveva anche fatto dei test con la Desmosedici). Lo stesso Ciabatti avrebbe a tal proposito commentato a Brno:

"Scott quest'anno non sta facendo una buona stagione, sembra che non gli riesca facile guidare il pacchetto Honda. Io comunque non credo che abbia perso il suo talento: non si può passare dall'essere uno dei piloti più interessanti al non esserlo più nel giro di un anno. A noi lui piace molto: l'anno scorso gli avevamo fatto un'offerta per passare in Pramac, ma le cose non avevano funzionato."

Se dovesse andare in porto l'operazione Redding-Pramac c'è chi sostiene che l'ufficialità potrebbe arrivare a fine mese a Silverstone, nel weekend del GP di Gran Bretagna - l'attuale Campione del Mondo della Moto2 'Tito' Rabat, già in forze alla scuderia belga nella Middle Class, sarebbe il suo più probabile sostituito per la MotoGP 2016 nel team Marc VDS.

scott-redding-4.jpg

  • shares
  • Mail