Rossi sul podio a Brno: "Non avevo il ritmo dei primi"

Il fuoriclasse della Yamaha 3° in Repubblica Ceca, ma senza lottare per la vittoria. Jorge Lorenzo lo aggancia in vetta.

rossi-yamaha-2015-brno-1.jpg

Valentino Rossi (Movistar Yamaha MotoGP) chiude al terzo posto il GP della Repubblica Ceca e si trova idealmente 'agganciato' in vetta al campionato - in effetti 'superato' per la discriminante del numero di vittorie - dal compagno di box Jorge Lorenzo, oggi irresistibile vincitore a Brno. Il fuoriclasse pesarese e il campione maiorchino, appaiati a quota 211 punti, si disputeranno ora la leadership tra 15 giorni nel round di Silverstone, in Inghilterra.

Scattato male dalla tanto inseguita prima fila, Rossi non ha avuto vita facile nel liberarsi delle due GP15 ufficiali di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone (Ducati Team), ma nulla ha potuto per inserirsi nella lotta per la vittoria tra i due fuggitivi, Lorenzo e il Campione del Mondo Marc Marquez (Honda Repsol), alla fine secondo al traguardo.

rossi-yamaha-2015-brno-3.jpg

Al termine della corsa, l'italiano della Yamaha non si è detto pentito della scelta iniziale delle gomme, che lo ha visto unico tra i 'big' con gomme dure davanti e dietro, concedendo l'onore delle armi al dirimpettaio di box:

"Questo fine settimana Jorge è sempre stato molto veloce, ma allo stesso tempo avevo sperato di essergli più vicino e restare con Marc, perché durante le libere il mio passo non era così male. Purtroppo non ero abbastanza veloce, e il mio ritmo era piuttosto lento. E' vero che ho fatto una brutta partenza e ho perso tempo, ma non è stato questo il problema: semplicemente non avevo un passo abbastanza buono e questo è stato un peccato."

rossi-yamaha-2015-brno-4.jpg

In ottica campionato, il nove-volte-iridato ha riconosciuto che le quotazioni del suo rivale sono in netto rialzo dopo la vittoria di oggi, pur preannunciando battaglia per i prossimi rounds:

"Mi aspettavo di trovare difficoltà a Brno, perché negli ultimi anni è sempre stato così, ma mi aspettavo di fare una gara migliore, quindi dobbiamo capire le ragioni di questo e cercare di essere più forti nelle prossime gare. E' incredibile che, dopo undici gare, io e Jorge ci ritroviamo con gli stessi punti. E' dura, perché sembra che Jorge sia tornato molto forte dopo la pausa ed è in gran forma, ma dovremo continuare a provarci."

rossi-yamaha-2015-brno-2.jpg

  • shares
  • Mail