Max Biaggi: "Podio a Sepang un risultato incredibile"

Incredibile 71° podio in Superbike per il 'Corsaro' in Gara-1 a Sepang. Un incidente alla prima curva gli impedisce di tentare il 'bis' in Gara-2.

sepang-2015-worldsbk-27.jpg

Grande risultato per la wild-card 'di lusso' Max Biaggi (Aprilia Racing) nel round di Sepang del Mondiale Superbike, 10a tappa del calendario iridato 2015.

Con una gestione della corsa oculata in Gara-1 - che ha beneficiato della defiance finale di Tom Sykes (Kawasaki Racing Team) - il 44enne pluri-iridato 'Corsaro' ha infatti arpionato un incredibile terzo posto che gli ha permesso di conquistare il suo 71° podio in carriera in WSBK. Il pilota romano, ritiratosi dalle corse a fine 2012, è diventato anche il pilota più 'anziano' a salire su un podio iridato della Superbike, migliorando così subito i due sesti posti conquistati a Misano in occasione della sua prima apparizione da wild-card con l'Aprilia RSV4 RF.

02_biaggi_sepang_race.jpg

Biaggi, che scattava dalla seconda fila grazie all'eccellente 4° posto colto nelle qualifiche di ieri, si è prima liberato della concorrenza dei 'compagni di marca' Leon Haslam e Jordi Torres per poi approfittare prontamente del calo prestazionale della Kawasaki di Tom Sykes, agguantato all'ultimo giro per centrare il suo primo podio da Portimao 2012, anno in cui conquistò il titolo nella sua ultima stagione completa:

“Il podio è un risultato incredibile. E’ una scommessa vinta, quella di alzare l’asticella fino a qualcosa che nessuno aveva mai fatto. Il mio passo di gara era consistente. Rea, Davie e Sykes sono subito scappati via, io ho cercato il mio passo cercando di non distruggere la gomma scaldandola troppo. Non è stato facile perché nello stesso tempo devi spingere. Dopo aver passato i miei compagni di squadra ho cominciato a pensare a Sykes che si avvicinava sempre più. Ce l’ho fatta a prenderlo e a passarlo proprio all’ultimo giro. Sono stracontento, è il risultato che sognavo, una vera ciliegina sulla torta e il massimo che potessi ottenere.

sbk-sepang-2015-14.jpg


In Gara-2, Biaggi non ha però potuto provare a ripetere il suo incredibile exploit della prima manche a causa di una caduta per un contatto con lo stesso Sykes, arrivata dopo un’ottima partenza che lo aveva visto prendere la testa della corsa.

"La caduta di Gara 2 non toglie niente alla mia soddisfazione. La fine di questo weekend mi permette ora di rivelare che la caduta che ho patito qui nei test della scorsa settimana mi ha “regalato” una dislocazione della spalla sinistra e una ferita da punti alla caviglia destra. E’ stata principalmente la spalla a darmi fastidio, soprattutto nella parte guidata. Ma abbiamo stretto i denti ed è andato tutto magnificamente, un motivo in più per correre in vacanza felice”.


sbk-sepang-2015-12.jpg

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: