Itinerario moto: Val di Susa-Langhe-Cinque Terre

Dalla Val di Susa alle Cinque Terre passando per le Langhe: un possibile itinerario per moto che lascia molto spazio al divertimento...

itnord-3.jpg

Val di Susa, Langhe e Cinque Terre sono da sempre tra le mete più popolari per i motociclisti, e non è davvero difficile comprenderne il perché: tra strade contorte e divertenti, panorami mozzafiato e un'ampia scelta di specialità gastronomiche tipiche, tutte queste zone rappresentano destinazioni ideali per godersi appieno i piaceri di una bella scampagnata su due ruote. Coprirle tutte in una sola uscita, per questioni chilometriche, è sicuramente un'impresa ardua, ma non impossibile.

Partiamo col dire che l'area della Val di Susa, di per sé, offre già numerose strade appetitose e mete interessanti per divertirsi in moto, complice anche il vicino confine con la Francia e quindi la possibilità di esplorare anche il versante alpino dei 'cugini': il valico del Moncenisio è a un tiro di schioppo da Susa, e quello del Monginevro è ugualmente semplice da raggiungere tramite la E70 o le statali 24 e 335, permettendo così di raggiungere cime 'storiche' come il Col de Galibier (2.645 m), il Col du Mont Cenise (2.083 m) o il Col du Telegraph (1.566 m). Nei dintorni ci sono località turisticamente affascinanti quali quali Bardonecchia e il Sestiere (in Italia) oppure Briancon (in Francia).

valsusa.jpg

Supponendo invece di partire dalla Val di Susa con destinazione Cinque Terre, e con in mezzo un po' di divertimento nelle Langhe, conviene subito avvicinarsi a queste ultime, magari utilizzando l'autostrada E70/A55 puntando Torino e poi virare verso sud con la A6 Torino-Savona. La ridente cittadina di Bra, nel cuneese, a 50 km da Torino, potrebbe essere la meta del primo stop in vista di affrontare le Langhe, e per raggiungerla basta prendere la A33 all'altezza di Menere e seguire le comode indicazioni.

Da Bra si può procedere verso Verduno e da lì divertirsi un po' con la SP358 dirigendosi verso la capitale 'non-ufficiale' delle Langhe, Alba - ma la si può raggiungere più rapidamente con la SP7 - che oltre allo splendido paesaggio delle colline delle Langhe e del Roero offre un delizioso centro storico medievale e le rinomate specialità locali con tartufi, pasticceria e vino in testa.

Scendendo verso la costa ligure sulla contorta e godibilissima SP429 si può fare tappa anche a Cortemilia, piccola cittadina dal retaggio medievale che offre un'accattivante cucina locale che ruota in gran parte attorno alla tipica 'Nocciola Tonda Gentile', utilizzata anche in molte produzioni dolciarie.

Continuando a scendere, la tortuosa SP429 permette si oltrepassare il confine tra Piemonte e Liguria in prossimità del Parco Regionale Piana Crixia, che si può costeggiare e attraversare sulla SP29 fino a raggiungere la SS30. A quel punto si può anche fare una pausa nella suggestiva città di Piana Crixia, in val Bormida, dove oltre a saggiare le specialità culinarie locali si può visitare anche una curiosa formazione rocciosa alta circa 15 metri, chiamata 'fungo' per la sua caratteristica forma.

Proseguendo verso sud, sempre sulla SP29 e costeggiando il fiume Bormida di Spigno, alla fine si arriva al comune di Carcare, uno dei 'crocevia' della Liguria con numerosi monumenti e luoghi d'interesse - tra cui l'originale Museo Alpino, con molti cimeli delle due guerre mondiali - anche se rimangono soltanto pochi ruderi dell'antico castello. Dopo Carcare, proseguendo verso Savona, la SP29 diventa particolarmente 'attenzionata' dalle Forze dell'Ordine, ma si mantiene gradevole trasformandosi nella Statale 29 Nazionale del Piemonte, per buona parte immersa nel verde, che conduce fino a Savona.

Una volta goduto delle varie bellezze e attrazioni che Savona può offrire, è il momento di puntare verso le Cinque Terre, e sebbene la Liguria offra grande abbondanza di strade motociclisticamente appetitose, per mantenere il tutto in limiti temporali accettabili e arrivare a tiro dello spezzino in tempi accettabili, la scelta migliore - malgrado il fascino della SS1 'Aurelia' e del suo lungomare - è l'autostrada E80/A12, oltrepassando Genova per uscire a Sestri Levante e prepararsi al gran finale.

langhe.jpg

Proprio la mitica Strada Statale Aurelia può considerarsi il tratto più divertente per lanciarsi su due ruote da Sestri verso est, da abbandonare però in favore della SS332, strada immersa nella natura ma a tratti stretta e insidiosa che conduce fino a Levanto, di nuovo sulla costa del Mar Ligure. Questa è un'altra possibile tappa interessante sulla via delle Cinque Terre, con abbondanza di punti di ristorazione oltre a diversi monumenti risalenti al periodo romano, la suggestiva loggia comunale e il castello medievale ancora conservato.

Per arrivare alle Cinque Terre basta poi seguire per Localita Albero d'Oro fino a congiungersi con la SP38 e poi alla SP51, che sovrasta il litorale delle Cinque Terre e da cui si può uscire con comodità per raggiungere la propria destinazione, sia essa Monterosso, Vernazza, Corniglia, Manarola o Riomaggiore. Ad ogni modo, nel caso si voglia arrivare fino a La Spezia, la SP370 vi porterà senza troppe perdite di tempo fino a destinazione.

5terre.jpg

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 88 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO