Trial delle Nazioni 2012: Podio per la Maglia Azzurra

La Maglia Azzurra ha conquistato il terzo posto al Trial delle Nazioni 2012. Francesco Iolitta (Montesa - Future Team), Fabio Lenzi (Beta - Team 3D), Daniele Maurino (Ossa - Team X4 Ossa) e Matteo Grattarola (Gas Gas - Team Spea Area 51) si confermano 3a forza del mondo Trial con la conquista del quarto podio consecutivo al Nazioni 2012. A Moutier, la formazione azzurra mantiene un grandissimo passo per tutte le 18 zone ed i due giri preparati dagli organizzatori ed ottiene un meritato 3° posto alle spalle della fortissima Spagna e della fresca Gran Bretagna. Risultato ottenuto dopo il 6° posto ottenuto sabato dalle ragazze della Maglia Azzurra nel Trial delle Nazioni femminile.

A Moutier, cittadina della svizzera francofona di 7000 anime del cantone di Berna, i migliori piloti del mondo trial sono scesi in pista per contendersi il Trofeo delle Nazioni, una delle massime manifestazioni del mondo della ‘zona' a livello mondiale. Alle 10:40 la formazione della Maglia Azzurra composta da Fabio Lenzi, Matteo Grattarola, Daniele Maurino e Francesco Iolitta è partita dal palco allestito nel Forum de l'Arc, splendido complesso polifunzionale di Moutier, all'assalto dei due giri di 18 zone preparate sui bellissimi monti che circondano la vallata della Svizzera centrale.

Gli organizzatori avevano previsto delle zone molto complesse che, infatti, si sono dimostrate davvero selettive, soprattutto la zona 14 outdoor alla quale hanno pagato dazio quasi tutti i piloti ed un passaggio alla portate solo dei veri fuoriclasse. Al termine del primo giro, la Magli Azzurra aveva già messo un bel margine tra se e la Francia, consolidando il 3° posto in classifica ottenuto già nelle primissime zone, ed aveva messo nel mirino la Gran Bretagna, un po' sotto tono, ed il 2° posto, lontano solo 17 punti, che sarebbe stato un risultato storico per la compagine italiana.

Purtroppo, così come nella giornata di ieri per le donne, anche per gli uomini il 2° giro è stato più complicato del previsto, complice la stanchezza ed i pneumatici resi scivolosi dal tanto fango accumulato tra i ‘tasselli'. La formazione azzurra si è dovuta, allora, accontentare del 3° posto che regala al movimento trialistico italiano il 4° podio consecutivo, una grande soddisfazione e l'obiettivo, nel 2013, di puntare al 2° posto.

La vittoria, come ampiamente previsto, è andata all''invincibile armada' spagnola che, forte di gente del calibro di Tony Bou, Adam Raga, Jeroni Fajardo ed Albert Cabestany, in pratica 4 tra i primi 5 trialisti al mondo commette solo 45 errori e precede la fresca Gran Bretagna di Michael Brown, Jack Challoner, James Dabill e Alexz Wigg che si conferma la 2^ potenza mondiale del trial. Giù dal podio la Francia e la Norvegia che chiude, così, la sua seconda esperienza tra i grandi del trial.

Il Trial delle Nazioni chiude i battenti dopo un intenso week end. L'appuntamento è rimandato all'anno prossimo quando a La Chatre, in Francia a pochi chilometri da Parigi, andrà in scena l'edizione numero 30 del Trofeo.

Il commento di Andrea Buschi Commissario Tecnico Maglia Azzurra: "Sono davvero felicissimo di questo ennesimo podio azzurro. Per la quarta volta consecutiva abbiamo guadagnato il 3° posto ed abbiamo dimostrato di essere la terza potenza mondiale. La gara è stata davvero difficile, a tratti sofferta con zone viscide ed il terreno, quindi, davvero complicato, Devo ringraziare i ragazzi che hanno fatto come al solito un lavoro eccezionale e gettato il cuore oltre l'ostacolo quando ce ne era bisogno, ma volevo ringraziare anche tutta la squadra: gli assistenti, i minder e tutti coloro che hanno partecipato alla strategia di gara. Dedico questa vittoria a due grandi personaggi del trial italiano scomparsi in questo 2012: Diego Bosis e Giulio Mauri con i quali avremmo di sicuro festeggiato come al solito questo ennesimo risultato importante".

Infine il commento di Matteo Grattarola - Gas Gas Team Spea Area 51: "E' andata davvero bene, è stato il Trial delle nazioni più difficile che abbia mai corso, faccio i complimenti a tutti, anche ai miei avversari perché oggi era davvero difficile svolgere il nostro lavoro in queste condizioni. Il primo giro è andato davvero bene, ci abbiamo creduto sino alla fine, però nel 2° giro siamo calati un po' fisicamente. Sono davvero contento di questa stagione dove ho vinto tanto partendo dai vari successi in Italia sino all'Europeo e oggi qui. Per il 2013 punterò a fare meglio nel mondiale, mi impegnerò di più e voglio entrare tra i migliori".

Non perderevi il Video del Trial delle Nazioni 2012.

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: