MotoGP, Marquez cade al Mugello: "Ero al limite"

Il Campione del Mondo del team Honda Repsol rimedia un altro 'zero' nel GP d'Italia e si complica la strada nella rincorsa al titolo: "Un vero peccato"

MOTO-PRIX-ITA

Con una partenza a dir poco strepitosa, che gli aveva permesso di uscire al 5° posto dalla prima curva dopo essere scattato dalla 13a posizione in griglia, Marc Marquez (Honda Repsol) ci aveva messo poco a cancellare la sua desolante prestazione nelle qualifiche di ieri, ma il Gran Premio d'Italia del Mugello si è poi rivelato un altro disastro per il Campione del Mondo della MotoGP.

La scivolata con caduta occorsagli a 6 giri dalla fine, quando era in battaglia per il secondo posto, ha significato per lui l'ennesimo 'zero' in classifica, che sommato ai 25 punti guadagnati dal vincitore di oggi Jorge Lorenzo e ai 16 portati a casa dal leader del Mondiale Valentino Rossi equivale ad una classifica decisamente deficitaria per lui nei confronti dei rivali di Yamaha Racing: 49 lunghezze di ritardo dal 'Dottore', 43 dallo scatenato maiorchino.

marquez marc mugello 2015

Musi lunghi inevitabili nel box HRC al termine del Gran Premio, con lo stesso Marc Marquez che ha così riassunto la sua gara:

"La caduta di oggi è stato un vero peccato perché avevo già fatto la parte più difficile! Sono contento perché sono riuscito a portare a compimento il nostro piano, che era quello di cercare di recuperare posizioni nei primi cinque giri. Eravamo al secondo posto dopo quattro giri, ma quando il grip delle gomme è calato abbiamo avuto un problema simile a quanto ci era già successo in precedenza, con la gomma che scivolava in entrata di curva. Ero al limite, e quando si spinge al massimo a volte le cose vanno come sono andate oggi. Siamo precipitati abbastanza indietro in classifica, ma Honda sta lavorando sodo e insieme continueremo a spingere per migliorare il feeling con la moto per la seconda metà della stagione."

MotoGp of Italy - Race

  • shares
  • Mail