MotoGP Mugello, pole-capolavoro di Iannone. Grande Ducati, anche Dovizioso in prima fila. Lorenzo fra le “rosse”. Male Rossi, peggio Marquez

E’ facile dire che al Mugello è già festa. Calma, sono “solo” qualifiche. Ma che qualifiche, ragazzi!

MOTO-PRIX-ITA

E’ facile dire che al Mugello è già festa, festa grande del grande motociclismo che qui trova la sua esaltazione tecnica, agonistica, spettacolare. Calma, sono “solo” qualifiche. Ma che qualifiche, ragazzi!

Da spellarsi le mani sulle colline già colme di gente di ogni età e dialetto, per applaudire Andrea Iannone, mattatore pur con la spalla ammaccata, zampata da incorniciare a due minuti dal termine delle Q2, splendida pole: 1’46.489!

Vola la Ducati, anzi volano le Ducati (Andrea Dovizioso si prende di forza il bronzo del terzo tempo 1’46.610) capaci di mettere nel panino la Yamaha-binario dell’indomabile leopardo Jorge Lorenzo, che le prova tutte per svettare ma poi è costretto alla fine ad … accontentarsi della seconda piazza con un lodevolissimo 1’46.584.

Le colline si infiammano, il box delle “Rosse” esplode di gioia. Sono giri di alto livello, per togliere il millesimo, su tempi stratosferici, dove il muro del 47 crolla ripetutamente, sotto le bordate di Iannone, Lorenzo, Dovizioso, ma anche di Crutchlow, Espargarò, Pirro con l’altra Ducati, poi la terza fila con Dani Pedrosa (sì, buon rietro!), in compagnia di Valentino Rossi (1’46.923), Vinales, primo della quarta fila (1’46.934) e a seguire, oltrepassato il muro del 47, Pol Espargaro, Smith, Hernandez e via andare.

Insomma, nove piloti dentro l’uno e 46! Dodici piloti nel fazzoletto di un secondo! Chi manca? Un certo …Marc Marquez, tredicesimo tempo, quinta fila, rabbuiato e malconcio per il volo nelle Fp4, bocciato nella Q1, quindi mancando clamorosamente l’appuntamento con le Q2.

Marc, do you remember il volissimo a oltre 300 all’ora di due anni addietro? Domani è un altro giorno? Sì. Per Marquez e non solo per Marquez. Sarà battaglia alla baionetta per un podio che pesa e per una vittoria che può rimescolare i bussolotti della classifica iridata.

Rossi e Marquez fuori dalla partita? Non scherziamo! E' gente da miracolo assicurato. Domani, corsa da baionetta in canna: tutti al Mugello! Gli assenti, si sa, hanno sempre torto.

iannone-ducati-mugello-motogp-2015-4

  • shares
  • Mail