Suzuki Burgman 200 ABS 2015: il nostro test su strada

Comodo, rapido e molto versatile: tra le affollate strade di Roma, il nuovo Suzuki Burgman 200 ABS 2015 ha dato il meglio di se rivelandosi un compagno di viaggio quotidiano al quale chiedere tutto!

Sono da sempre i preferiti dagli abitanti delle grandi città, da coloro che la mattina devono recarsi immediatamente al lavoro senza perdere tempo nel traffico ma senza rinunciare alla comodità.

I maxi-scooter hanno letteralmente invaso le nostre metropoli aiutando, da un lato, i propri utenti a coprire in fretta e agilmente le varie distanze, e dall'altro la viabilità urbana favorendo una minore presenza di auto.

Questa categoria è stata da sempre rappresentata da modelli giapponesi, tra i quali troviamo il Suzuki Burgman, introdotto nella sua prima versione nel lontano 1998. Dopo 17 anni, il Burgman si rinnova, la famiglia si amplia introducendo un'ampia gamma dedicata a tutti i tipi di utente: dal 125 al 650, passando per il 200 e il 400.

E proprio il nuovo Suzuki Burgman 200 ABS 2015 è il soggetto della nostra prova di oggi. Ci ha accompagnato per diversi giorni tra le strade della Capitale, dove abbiamo avuto modo di metterlo alla prova all'interno di una delle metropoli più caotiche d'Italia per quanto riguarda la viabilità.

Brioso il suo monocilindrico capace di 18 CV e poco assetato, assistito da una ciclistica solida e svelta. Si apprezza tantissimo il grande vano sottosella. Tutto questo, con sistema ABS di serie, costa 4.390 euro.

La Guida su strada: ti accompagna ovunque senza esitare

Voto 7

Quando mette le sue ruote sul pavé delle grandi città, il Burgman 200 ABS si sente a casa sua. Le sue dimensioni, le sue strutture e le sue linee sono state studiate per offrire il massimo della comodità e della praticità quando affrontare il traffico cittadino fa parte della propria quotidianità.

Seduta comoda grazie all'ampia sella, con le gambe che trovano appoggio sulle pedane rastremate lateralmente che consentono di poggiare i piedi a terra agilmente. Il manubrio è alto e vicino e la protezione dal vento è assicurata dal grande parabrezza, che termina però all'altezza degli occhi di chi supera il metro e settantacinque risultando un po' fastidioso per la visibilità.

Scattante il suo monocilindrico da 200 cc, che con i suoi 18,36 CV erogati a 8.000 rpm offre un buono spunto e un discreto allungo, arrivando a sfiorare i 140 km/h di velocità massima. Dunque non solo città, ma anche tangenziale in tutta tranquillità e comodità, anche se i consumi (che si mantengono sui 18 km/l) si alzano vertiginosamente se si mantiene un regime di giri elevato per troppo tempo. Meglio procedere sugli 80/90 km/h godendosi l'ottima protizione aerodinamica e la quasi totale assenza di vibrazioni.

Nel traffico, il maxi-scooter di Hamamatsu è agile e scattante. La compattezza della sua carrozzeria gli consente di svicolare tra le auto in coda rapidamente, senza star lì a prender le dovute misure. I freni sono ben modulabili ma poco potenti, le frenate decisive richiedono un po' di anticipo.

Ad ogni modo, il sistema ABS è sempre vigile e non eccessivamente invasivo evitando di far bloccare le ruote quando il fondo è viscido. La sua stabilità è assicurata dal baricentro basso e dalle sospensioni, che però soffrono un po' le strade più dissestate, purtroppo presenti in gran parte del territorio italiano.

Il vano sottosella è una vera gioia per gli occhi di chi ha sempre tanta roba da portare con se. Al suo interno è possibile stivare due caschi integrali e una piccola borsa, mentre per gli oggetti più piccoli troviamo nel retroscudo un comodissimo vano portaoggetti dotato di presa accendisigari da 12v che consente di ricaricare il cellulare durante la marcia.

La Tecnica

Il propulsore è un monocilindrico da 200 cc raffreddato a liquido SOCH, alimentato dal sistema di iniezione elettronica transistorizzato e capace di una potenza massima di 13,5 kW (18,36CV) a 8.000 giri/min e di una coppia massima di 17 Nm a 6.000 giri/min.

Il reparto sospensioni prevede all'anteriore una forcella telescopica all'anteriore e un doppio ammortizzatore posteriore regolabile nel precarico. L'impianto frenante, coadiuvato dal sistema ABS, è dotato di due dischi (uno per ruota) da 240 mm. Il Burgman 200 ABS pesa (in ordine di marcia) 163 Kg.

Design ed Estetica

Il look dello scooter risulta leggero e snello rispetto alla precedente generazione, con una larghezza inferiore e linee che risultano così più allungate ed affusolate. Ad enfatizzare questo effetto c’è anche il design dei fanali, più compatti rispetto al passato e sdoppiati, mentre l’altezza e la comodità di guida arrivano su un nuovo piano grazie all’introduzione di un parabrezza più alto di ben 11 centimetri.

Proprio dietro al parabrezza troviamo il nuovo quadro strumenti d’imprinting automobilistico, con contagiri e tachimetro abbinati ad alcuni utili indicatori digitali posizionati su uno schermo incastonato tra i due quadranti. Da segnalare l’arrivo della nuova spia dell’Eco Drive, una luce verde che si accende quando si guida per massimizzare l’efficienza dello scooter, mantenendo andature regolari e regimi di rotazione bassi.

Nel sottosella troviamo una volumetria di 41 litri, con una forma particolare che permette di inserire anche due caschi integrali. Il vano risulta inoltre illuminato per facilitare l’utilizzo in condizioni di scarsa luce, mentre nello scudo anteriore vengono proposti altri due capienti vani. In questo caso è presente un cassetto da 5.5 litri con presa 12 volt integrata e serratura di sicurezza, mentre a lato c’è un altro vano più piccolo dove inserire oggetti di uso quotidiano.

Pregi & Difetti

Piace

Protezione dal vento
Vano sottosella
Portaoggetti
Spinta motore

Non Piace

Frenata poco incisiva
Risposta sospensione posteriore

Caratteristiche Tecniche Suzuki Burgman 200 ABS 2015

Motore
Motore monocilindrico, raffreddato a liquido, SOHC
Alesaggio x corsa 69.0 mm x 53.4 mm
Cilindrata 200 cc
Rapporto di compressione 11.0 +/- 0.3 : 1
Alimentazione Iniezione elettronica
Potenza max 13,5 kW (18,36CV) a 8.000 giri/min.
Coppia max 17 Nm a 6.000 giri/min.
Starter Elettronico
Lubrificazione Carter umido
Trasmissione CVT
Sistema di iniezione Iniezione elettronica (Transistorizzato)
Capacità serbatoio 10,5 litri
Quantità olio motore 1.600 ml

Sospensioni
Anteriore Forcella telescopica
Posteriore Doppio ammortizzatore con precarico della molla regolabile
Inclinazione cannotto 27º
Avancorsa 93 mm

Freni
Anteriore Disco da 240 mm
Posteriore Disco da 240 mm

Pneumatici
Anteriore 110/90-13
Posteriore 130/70-12

Dimensioni
Lunghezza max 2.055 mm
Larghezza max 740 mm
Altezza max 1.355 mm
Interasse 1.465 mm
Altezza sella da terra 735 mm
Altezza da terra 130 mm
Peso in ordine di marcia 163 kg

  • shares
  • Mail