SBK Imola, Giugliano a podio: "Ero sfinito"

Dopo 3 mesi di stop per infortunio, il pilota romano del team Aruba Ducati SBK ritrova il podio in Gara-1 a Imola: "Vale come una vittoria”.

sbk imola ducati Giugliano podio

Dopo aver conquistato una strepitosa Superpole nelle qualifiche di ieri, Davide Giugliano (Aruba.it Racing - Ducati Superbike Team) è riuscito anche a centrare il podio nella Gara-1 del round di Imola di oggi, chiudendo invece al quarto posto la seconda manche.

Gara-1 era stata interrotta all'11° giro per un incidente occorso allo spagnolo David Salom (Kawasaki Racing Team), e nella seconda gara 'sprint' di soli 6 giri, con Giugliano ripartito dalla seconda posizione in griglia tra le Kawasaki di Sykes e Rea, il romano riusciva a resistere allo stress della gara portando a casa un ottimo terzo posto, cogliendo subito un podio dopo 3 mesi di inattività per lo sciagurato incidente con fratture del test di Phillip Island.

In Gara-2, comprensibilmente stanchissimo, Giugliano è riuscito comunque a conquistare un più che dignitoso quarto posto classificandosi a oltre mezzo minuto dal vincitore Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team), ma il suo bilancio personale del weekend di Imola, viste le premesse, può sicuramente considerarsi positivo. La pensa così lo stesso pilota, che così ha commentato la sua domenica in riva al Santerno:

“Sono molto contento del podio, che a livello personale, vale come una vittoria. Dopo la prima parte della prima manche ero già stanco e nella seconda parte ho sofferto molto; non avrei potuto fare di più. Ero indeciso se fare la seconda manche o no perché ero veramente sfinito, ma grazie al supporto della Clinica Mobile ed al sostegno di tutti i miei tifosi, ho potuto chiudere anche la seconda gara, in quarta posizione."

"E’ stato un weekend importante che ci ha fatto capire che possiamo combattere in ogni singola gara per le posizioni di vertice. Abbiamo una moto molto performante e, una volta che sarò tornato in forma, so che potremo essere ancora più competitivi. Non è stato per niente facile correre oggi ed è stato possibile soprattutto grazie al grande aiuto che il team, la mia famiglia e il Prof. Fabio Catani dell’ospedale Policlinico di Modena, mi hanno dato in questi mesi. Quindi voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno dato supporto e anche i tanti tifosi che sono venuti a guardare le gare oggi qui a Imola.”

SBK Imola, Davide Giugliano in Superpole: "Domani sarà più difficile."

Fantastica pole position di Davide Giugliano nelle qualifiche di Imola del Mondiale Superbike. Il pilota romano del team Aruba Ducati SBK, che rientra questo weekend nel campionato dopo 3 mesi di infortunio, ha infatti conquistato la partenza al palo per le due gare di domani con il crono di 1:46.382, mettendosi alle spalle le Kawasaki di Tom Sykes e Jonathan Rea.

Nella Superpole 2, Giugliano ha completato due giri con la gomma da qualifica ma il primo, nonostante un piccolo errore nell’ultima variante, è stato quello determinante per conquistare la sua quarta Superpole in carriera al suo primo tentativo di quest'anno. Si tratta senza dubbio di un risultato davvero impressionante considerando i tre mesi di inattività per il brutto incidente nel test di Phillip Island di Febbraio. Palpabile la sua soddisfazione a fine turno:

“Sapevo che potevo essere veloce sul giro, è un po’ il mio forte. Dobbiamo essere contenti di questo risultato e penso di aver fatto un bel regalo non solo a me stesso ma anche alla squadra e agli sponsor e a tutti i miei tifosi. Domani sarà più difficile; credo che siamo ad un buon punto per quanto riguarda il set-up in vista gara, e abbiamo già scelto le gomme, ma non sono a posto fisicamente e penso che faticherò un po’ di più in gara. Detto questo, mai dire mai, forse l’adrenalina mi aiuterà! Adesso mi godo la Superpole con la squadra , domani si vedrà…”

Davide Giugliano 3° nel Day-1 di Imola

davide giugliano

Dopo aver saltato i primi quattro rounds stagionali per l'infortunio nel test di Phillip Island, Davide Giugliano ha chiuso in terza posizione la sua prima giornata di prove libere per il round di Imola (clicca qui per orari e copertura TV), dimostrando di aver ritrovato piuttosto rapidamente il feeling con la sua 1199 Panigale R del team Aruba.it Racing – Ducati Superbike.

Tre mesi di inattività non sono certamente pochi, ma il romano è apparso subito 'in palla' sin dalle FP1 del mattino, chiuse al secondo posto dietro al compagno Chaz Davies con 1’48.275, e nelle FP2 del pomeriggio è sceso fino a 1'47.582, preceduto solo dalle Kawasaki ufficiali di Jonathan Rea e Tom Sykes. Poco più di due decimi il distacco dal best lap di giornata, un dato che non può che indurre Giugliano all'ottimismo in vista del resto del weekend:

“Bisognava esorcizzare un po’ quello che mi era successo a Phillip Island, ho pensato che dare il 100% di me fosse il modo giusto per farlo. La cosa bella è che mi sono divertito e mi sono trovato a mio agio sulla mia moto, che è molto performante e molto diversa rispetto a com’era nei test invernali. L’ho trovata diversa ma in senso positivo. Detto questo, è solo venerdì ed abbiamo fatto pochi giri; la stanchezza fisica si sente e quindi c’è da risposare adesso pensando ai prossimi giorni…”

SBK, Giugliano: "Fantastico rientrare a Imola"

01 davide giugliano

Dopo aver saltato i primi quattro round stagionali a causa dell'infortunio nel test di Phillip Island di Febbraio - nel quale aveva riportato la frattura di due vertebre - Davide Giugliano è ormai pronto a riprendere il suo posto in sella alla 1199 Panigale R del team ufficiale Aruba Ducati SBK, pronto quindi per fare il suo 'debutto stagionale' nel round di Imola di questo weekend.

Undici settimane dopo la caduta, il veloce pilota capitolino è quindi comprensibilmente impaziente di tornare ad esibirsi davanti al 'suo' pubblico. La forma fisica, inevitabilmente, non potrà essere quella dei giorni migliori, ma Giugliano si è detto convinto di poter raggiungere presto il suo massimo potenziale:

"E’ fantastico poter rientrare ad Imola, sulla pista di casa. Ci saranno tante aspettative, ma il fatto che ci saranno anche tante persone che mi vogliono bene mi darà una spinta in più. Il circuito mi piace e l’anno scorso eravamo forti, anche se in gara non siamo riusciti a cogliere quei risultati che ci meritavamo. Sembra che quest’anno siamo più competitivi ma ovviamente, salendo in moto per la prima volta dopo tre mesi, dovrò lavorare per riprendere il feeling con la mia Panigale R."

"Fisicamente mi sento abbastanza bene, ma in questi due mesi non ho potuto allenarmi come avrei voluto. Solo un po’ di piscina e di riabilitazione …. Ovviamente il livello di preparazione atletica non è ottimale come era a Phillip Island, ma è tutto da vedere una volta che sarò salito – non vedo l’ora di (ri)cominciare!"

2015 Giugliano

  • shares
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina: