Cassazione: motorino truccato? paga papà!

Famiglia in scooterSe un figlio minorenne modifica le caratteristiche del proprio motorino o scooter per ottenerne maggiore prestazioni, la responsabilità è sempre del genitore.
Lo ha stabilito la Cassazione, ripristinando la confisca di un motorino disposta dal prefetto di Padova a carico di un uomo, proprietario del ciclomotore e "genitore esercente la potestà del figlio minore", che utilizzava questo mezzo "non più rispondente alle caratteristiche e prescirzioni indicate nell'art. 52 del Codice della strada, in quanto sviluppante una velocità superiore al limite consentito".
Questa è in sintesi l'ultima agenzia di oggi in merito alla sicurezza stradale e ripresa da Repubblica.
E pensare che inizialmente il padre aveva chiesto ed ottenuto l'annullamento dell'ordinanza del verbale del prefetto, dal giudice di pace, rilevando che non aveva mai usato il motorino e, quindi, non si era potuto accorgere delle modifiche apportate da suo figlio aggiungendo che il ragazzo solo apparentemente risiedeva con lui, quale genitore affidatario, dato che dopo lo sciolgimento del matrimonio dei genitori, era andato a convivere con i nonni paterni.
La cassazione ha chiuso il caso con la sentenza n. 6685 accogliendo di fatto il ricorso del prefetto di contro la decisione del giudice di pace.
via | Repubblica
foto | TheScooterScoop

  • shares
  • Mail
14 commenti Aggiorna
Ordina: