MotoGP: il team Konica Minolta pronto per Jerez

Shinya NakanoDopo la buona prova del loro pilota Shinya Nakano nella prima prova del mondiale, con un decimo posto finale, il team Konica Minolta Honda è fiducioso di ottenere ancora buoni risultati nella seconda gara del campionato sul circuito di Jerez de la Frontera.
Il talentuoso pilota giapponese sta ancora prendendo piena confidenza con la nuova moto e soprattutto con le nuove coperture, con le quali ha sofferto sul circuito di Losail la mancanza di fiducia in ingresso curva.
Importantissimi i dati raccolti in Qatar che sono stati attentamente analizzati per cercare di eliminare i problemi riscontrati.
Seguono le dichiarazioni del team.

Shinya Nakano: "In Qatar abbiamo capito molto della moto, ma abbiamo lasciato un po’ a desiderare nella partenza, fattore molto importante a Jerez. Tutti mi dicono che ho il classico stile fluido da 250 e spero che nel proseguo questo si possa adattare alla nuova 800cc. Ho bisogno di un buon feeling con l’anteriore, ma avendo uno stile di guida fluido questo dovrebbe permettere una maggiore durata della gomma. Amo molto il tracciato di Jerez, è molto tecnico e negli ultimi due anni ho sempre ottenuto buone posizioni in griglia ed in gara quindi spero accada lo stesso anche quest’anno. Jerez mi dà sempre delle sensazioni particolari, è uno dei migliori GP a cui prendere parte"..
Gianluca Montiron, direttore generale: "Mi aspetto il massimo contributo da parte di tutti, me compreso e a Jerez daremo il 100%. La gara del Qatar era la prima di una lunga stagione, sarà necessario disputarne ancora tre o quattro per capire chiaramente la nostra posizione rispetto agli avversari lavorando duramente in ogni gara per diminuire il nostro gap dai migliori. Per Jerez, puntiamo a rimanere fra le migliori cinque o sei posizioni. Credo che disponiamo del miglior pacchetto tecnico in MotoGP, ma tutto deve funzionare al 100% per poi mettere anche Shinya nelle condizioni di migliorare. Abbiamo acquisito molti dati nel GP del Qatar che saranno molto utili per riuscire a progredire in tutti i settori".
Giulio Bernardelle, direttore tecnico: "Analizzando i dati raccolti a Losail abbiamo capito che Shinya non aveva troppo feeling in ingresso curva pertanto, da venerdì mattina a Jerez, proveremo qualcosa di diverso per quanto riguarda la gomma anteriore, per cercare di trovare una soluzione. Il bilanciamento della moto costituisce una delle differenze maggiori fra la cinque cilindri Honda RC211V e la quattro cilindri 212V, per l’anteriore maggiormente caricato di quest’ultima. Apporteremo quindi degli aggiustamenti alla geometria della moto per vedere se questo possa aiutare. Il setting di base definito durante i test IRTA dello scorso mese è buono, siamo fiduciosi che Shinya possa essere veloce fin da venerdì mattina"..

via | Konica Minolta Team

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: