MotoGP: riscatto Yamaha a Jerez?

Valentino Rossi Yamaha Fiat

Una settimana di stop ed ecco che subito si ricomincia. Il circus della MotoGP fa ritorno nel vecchio continente, più precisamente in Spagna, sul circuito di Jerez De La Frontera. Il team Fiat Yamaha , dopo aver dominato nel corso dei test invernali, si è dimostrato subito molto competitivo, sfiorando il successo su un tracciato che più che altro ha esaltato l'esuberanza del propulsore Ducati.
Ma per sconfiggere Valentino Rossi ci vuole ben altro, soprattutto se alla fine della stagione (la più lunga della storia del mondiale) mancano ancora 17 gare: “Penso che il Qatar abbia dimostrato che, anche se ci sono alcune aree in cui possiamo migliorare, la nostra moto va bene e non faremo gli stessi errori dell’anno scorso.
Sono fiducioso per Jerez, penso che si adatti bene alla nostra moto, anche più del Qatar, e siamo andati molto bene nei test che abbiamo fatto qui. Sappiamo che ci manca un po’ di potenza, ma credo che miglioreremo gara dopo gara.”
Anche Colin Edwards sembra piuttosto contento di tornare in Europa, su un circuito che esalta l'agilità e la facilità di guida della M1: “Non vedo l’ora di andare a Jerez: lì la nostra moto è andata molto bene durante il test e, con le modifiche che abbiamo apportato in seguito, mi aspetto di correre al top ancora una volta. Il Qatar è stato delundente perché siamo andati così bene per tutta la settimana e poi in gara è andata male.
Abbiamo un buon settaggio da cui partire e cominceremo da lì. Sappiamo di dover lavorare su alcune cose e so che la Yamaha sta lavorando molto per migliorare un po’ la nostra velocità di punta (con l'aiuto di Sgana?), ma se tutto va bene questo aspetto non sarà determinante a Jerez.”
via | YamahaMotoGP.com

  • shares
  • Mail
16 commenti Aggiorna
Ordina: