Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship

Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship

Si è concluso l’8 agosto il campionato mondiale costruttori indetto da AMD e svoltosi a Sturgis (South Dakota) in occasione della Bike Week 2012. Il World Championship of Custom Bike Building è giunto alla sua nona edizione e ha visto affermarsi al primo posto della classe Freestyle Andreas Bergerforth e il suo team Thunderbike con la PainTTless. Thunderbike ha sede ad Hamminkeln, vicino a Essen, in Germania, e oltre a essere appunto un rivenditore autorizzato H-D è anche un preparatore affermato e molto conosciuto.

Per la prima volta un dealer Harley-Davidson vince questo ambito premio; la moto di Andreas ha stupito la giuria, che ne ha decretato la vittoria davanti alla Old Black di Jeremy Cupp della LC Fabrications di Crawford, Virginia e alla Speed Demon di Samuele reali del team italiano di Abnormal Cycles. La PainTTless è stata costruita utilizzando il motore restaurato Ironhead di una Harley-Davidson Sportster del 1984 di 1000 cc, attorno al quale Andreas ha creato un telaio con angolo di sterzo di 36° e un forcellone artigianali. La maggior parte dei componenti è stata realizzata all’interno dell’officina Thunderbike, a partire dalla sospensione anteriore, ma anche scarichi, serbatoio benzina e olio, pedane e molto altro.

Gli unici pezzi recuperati o after-market riguardano l’impianto frenante di una Honda custom con pompa e serbatoio del liquido K-Tech, la sella Warmsbach e poco altro. Anche i cerchi da 19” sono artigianali e montano pneumatici Avon Speedmaster MKII 3.50 davanti e Heidenau 4.00 dietro. Il progetto della carrozzeria è iniziato da uno schizzo su carta, per passare poi a un modelli prima di cartone e poi di legno, prima che fosse plasmato il metallo.

Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship

Il nome della moto deriva sia dal fatto che la moto non è verniciata (paintless) ma esibisce invece un trattamento esterno di nichelatura (che ha coinvolto anche diversi dettagli del motore) con diversi strati di rame e inoltre è un omaggio al celebre Tourist Trophy dell’isola di Man, anche se a dire il vero il design della PainTTless è più ispirato alle “icelake racers” degli anni Trenta. Anche per questo motivo, tra la componentistica non artigianale si ritrovano anche alcuni pezzi di quell’epoca, come la trasmissione di una H-D WLA, moto costruita a partire dal 1939, il carburatore Amal Monoblock che alimenta il bicilindrico H-D, o ancora un’accensione Bosch a magnete del 1938. Costata otto mesi di lavoro, la PainTTless è valutata intorno ai 150.000 dollari.

foto | AMD by Onno "Berserk" Wieringa e Frank Sander, Thunderbike by Dirk "Pixeleye" Behlau

Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship
Thunderbike PainTTless vince l’AMD World Championship

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 6 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
2 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO