WSBK, Silverstone: il boss del team BMW Italia GoldBet conferma i contatti con Ben Spies

Superbike 2012 - Assen - Box e Paddock

Intervistato dall'inglese BikeSportNews a margine del GP di Gran Bretagna a Silverstone, Serafino Foti, numero uno del team BMW Motorrad Italia GoldBet (che come annunciato l'anno prossimo diventerà il team 'di punta' della casa tedesca nel Mondiale delle derivate di serie), ha confermato che la squadra ha intavolato una trattativa per riportare in Superbike l'americano Ben Spies, pilota MotoGP che ha annunciato il divorzio dal team Yamaha Factory Racing al termine della stagione in corso. Foti ha comunque puntualizzato che l'accordo con Spies, Campione del Mondo SBK 2009 con Yamaha, è comunque ben lontano dalla formalizzazione.

A quanto pare, i contatti tra le 2 parti sono iniziati subito dopo il recente annuncio del texano: "Sì, stiamo parlando con Ben - ha confermato Foti - ma niente è sicuro. Ben mi piace molto. Anche Jonathan [Rea] è un pilota veloce, e anche Crutchlow, ma in questo momento la nostra priorità è Ben. Abbiamo parlato con lui di tutti gli aspetti e penso che sia ci sia un buon 70-80% di possibilità che torni Superbike, ma non c'è niente di sicuro."

I negoziati sono quindi ancora nella loro fase embrionale, ma Foti è fiducioso sul buon esito della trattativa: "Ne sapremo di più sulla situazione del nostro secondo pilota tra la fine di Agosto ed inizio Settembre, subito prima del Nurburgring. Al momento non vogliamo contattare molti piloti, siamo concentrati su un unico obiettivo, ma non c'è niente di certo. Poi, nel caso l'accordo non dovesse andare in porto, ne contatteremo un altro. Per quanto mi riguarda non è professionale andare a fare proposte in giro di quà e di là. La cosa sicura è che Marco [Melandri] sarà con noi e porterà con sé sei, sette persone per il suo staff tra cui Andrea Dosoli. Penso che poi Andrea diventerà il nostro direttore tecnico e sportivo."

Vota l'articolo:
3.00 su 5.00 basato su 6 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO