Esenzione bollo per le 2 ruote, l'Ancma fa chiarezza

Aprilia SportcityRecenti notizie hanno evidenziato la proposta di estendere l’esenzione della tassa di proprietà oltre che per le auto Euro 4 anche per scooter e moto Euro 3, a condizione di una contestuale rottamazione di un veicolo a 2 ruote Euro zero.

L'Ancma, Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori, ha rilasciato un comunicato stampa a riguardo che chiarisce la situazione.

In realtà in tal modo resterebbero esclusi dalle facilitazioni i ciclomotori di ultima generazione che hanno omologazione Euro 2.

Le fasi di riduzione delle emissioni per moto superiori ai 50cc e i ciclomotori (che per definizione arrivano a 50cc) hanno subito tempistiche differenti. I limiti Euro 2 dei “cinquantini” sono sostanzialmente analoghi ai limiti Euro 3 delle cilindrate superiori; mentre la fase Euro 3 per la categoria ciclomotori non è ancora stata pubblicata dalla Commissione Europea e presumibilmente entrerà in vigore solo nel 2009. Fra l’altro cambierà il ciclo di prova, ma i limiti alle emissioni resteranno gli stessi previsti oggi.

I ciclomotori Euro 3 semplicemente non esistono, ma quelli attualmente in vendita con omologazione Euro 2 presentano emissioni inferiori dell’80% rispetto agli Euro zero, e possono dare un contributo al miglioramento della qualità dell’aria.

“Sarebbe un peccato- ha dichiarato il presidente dell’Ancma Guidalberto Guidi- non poter usufruire delle agevolazioni per questa categoria che, con circa 5 milioni di mezzi, rappresenta ancora il 50% del parco circolante e che ha necessità di accelerare il ricambio, in quanto per il 60% si tratta ancora di veicoli Euro zero.”
Auspichiamo quindi che le misure previste per auto (Euro 4) e motoveicoli (Euro 3) comprendano anche i ciclomotori di ultima generazione (Euro 2).

  • shares
  • +1
  • Mail
11 commenti Aggiorna
Ordina: