Aprilia vince il Mondiale Supermoto S2

Thierry Van den BoschL’Aprilia ha fatto centro nel Campionato Mondiale Supermoto, aggiudicandosi con una prova di anticipo sulla pista di Latina, il Mondiale Costruttori nella classe S2, con la bicilindrica SXV 4.5.

Dopo il mondiale piloti colto nel 2004 con Jerome Giraudo, la casa di Noale quest’anno festeggia il primo alloro iridato Costruttori nel Supermotard, disciplina emergente del motociclismo.

Quella che sta per concludersi è senza ombra di dubbio una stagione in cui la supremazia dell’Aprilia SXV 4.5 nella classe S2 è apparsa evidente.

Su 7 gran premi disputati la bicilindrica di Noale ha colto 5 Superpole, ha vinto 10 delle 14 manche disputate (7 con Van Den Bosch, 2 con Bolley, 1 con Giraudo). Numeri che sintetizzano più di ogni altra cosa una stagione trionfale. Un successo di squadra che premia la strada coraggiosa intrapresa da Aprilia: portare una bicilindrica nel fuoristrada.

Al via di Gara-1 Thierry Van Den Bosch è scattato al comando e, secondo un copione più volte ripetuto nel corso della stagione, ha preso il largo vincendo la frazione davanti a Adrien Chareyre (Husqvarna) ed a Jerome Giraudo (Aprilia SXV 4.5), autore di un recupero dalla sesta alla terza posizione. Un errore alla prima curva ha invece condizionato la prova di Frederic Bolley (Aprilia SXV 4.5). Il francese è infatti arrivato lungo uscendo dal tracciato. Ripartito ultimo ha recuperato sino alla tredicesima posizione.

L’aritmetica certezza della conquista del Mondiale Costruttori S2 è arrivata alla fine di una trionfale Gara-2 quando Thierry Van Den Bosch ha tagliato per primo il traguardo regalandosi una doppietta e regalando all’Aprilia il mondiale S2. Al secondo posto è giunto Giraudo davanti a Bolley per una parata Aprilia conclusasi tra gli abbracci e le strette di mano non solo per il Mondiale Costruttori ma anche per quello Piloti che è già anche questo aritmeticamente di un pilota Aprilia.

Infatti la Casa di Noale ha già in tasca anche quello Piloti ed attende solo di conoscere il nome del rider che si aggiudicherà il mondiale 2006 in sella alla SXV 4.5: diventa decisiva quindi l’ultima prova, ad Atene il 5 novembre.

Anche in questo caso l’aritmetica propone una lotta in famiglia con protagonista Thierry Van Den Bosch che alla vigilia del match decisivo ha un vantaggio di 39 punti nei confronti di Jerome Giraudo.

via | Aprilia

  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: