Peugeot Satelis 125: il test di Motoblog

Scritto da: -

Provato lo scooter Peugeot Satelis 125

Un mercato decisamente stagnante come quello degli scooter, in special modo quelli a ruota bassa, ha senza dubbio bisogno di una fresca boccata d’aria, che in questo caso arriva dalla Francia e porta il nome di Peugeot Satelis. In Italia il mercato degli scooter è a dir poco particolare e differente rispetto agli altri paesi Europei, visto che è rappresentato per oltre il 54% da scooter a ruota alta.

I concorrenti di Satelis si chiamano Yamaha Xmax, Suzuki Burgman, Sym Joyride, Piaggio X10, Kymco Downtown, in un segmento, quello dei GT, che invece vale il 27% del mercato totale degli scooter e dove Peugeot sta pensando di completare l’offerta e raddoppiare i volumi. Dal suo debutto nel 2006 il Satelis ha venduto 60.000 unità, la maggior parte delle quali in patria, dove Peugeot Scooters ha il valore di un marchio Premium, immagine che non è poi così tanto differente da quella con cui viene percepito in Italia, dove il marchio francese ha un ragguardevole 3,6 % di quote di mercato, percentuale che scende però a 0,5 nel settore GT.

Logico quindi aspettarsi una strategia per penetrare questo segmento. Con Satelis, Peugeot si pone dunque come obiettivo quello di rinnovare il mercato dei cosiddetti scooter GT, quelli cioè a ruota bassa, di dimensioni più generose e con caratteristiche di comfort superiori. Il nuovo Peugeot Satelis è in vendita ad un prezzo di 3.990 euro.

Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125

Tecnica

Satelis si rivolge principalmente all’automobilista di ritorno sulle due ruote e anche lo scooter è ispirato al mondo automobilistico, come evidenziato da dettagli quali la presa di corrente, il vano sottosella con luce di cortesia ma anche nella stessa linea della carrozzeria o nel design della strumentazione con computer di bordo. Come già segnalato alcuni mesi fa, numerosi sono i cambiamenti rispetto al precedente modello, tanto che l’80% della carrozzeria è nuova.

Il motore 125i LFE (Low Friction Efficiency) dispone di 11,8 Nm di coppia a 7750 giri, sufficienti per far percorrere i 100 metri in 9,5 secondi, mentre il regime di potenza massima è stato abbassato di 100 giri, a vantaggio del comfort e dei consumi, inferiori del 20%. Inferiore di 3 dB anche la rumorosità, mentre la sicurezza è garantita dall’impianto frenante con dischi da 260 e 220, con ABS e frenata integrale SBC. Completano le dotazioni da GT i led delle luci posteriori, mentre il vano sottosella è più ampio del 12% e sono presenti anche vani svuotatasche.; le altre misure più importanti sono i cerchi da 14 e 13 pollici per avantreno e retrotreno, il peso di 160 kg e l’altezza della sella di 784 mm.

Le versioni disponibili sono tre: Premium, a 3.990 euro, Urban, a 500 euro in più per ABS/SBC, ed Executive, che con un supplemento di altri 100 euro offre l’antifurto Abus. Quattro le colorazioni: Nero Perlato, Grigio Quartz, Oro Havane e Bianco Perlato. A proposito di colori, forse si poteva osare un po’ di più, magari con un blu metallizzato ma anche un grigio più chiaro, anche perché il Grigio Quartz, la tinta a nostro avviso più azzeccata, è però piuttosto camaleontico, andando a confondersi sia col Nero Perlato che con l’Oro Havane. D’altronde il Satelis si propone a un pubblico adulto, ma un paio di colori un po’ più “allegri” non avrebbero guastato.

Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125

La Guida

Il comfort e la posizione in sella sono tra i migliori della categoria; anche i guidatori più alti hanno spazio a sufficienza per le gambe, con la possibilità di usare la pedana in posizione tradizionale o con le gambe allungate. L’accelerazione non esalta ma una volta in movimento la ripresa del motore spinge davvero bene fino ai 90 orari indicati: nonostante sia prodotto anche e soprattutto per il mercato interno (in Francia i veicoli con cilindrata superiore a 80 cc possono entrare in autostrada) sembra invece perfettamente a suo agio sulle strade e con le norme italiane.

Grazie al buon valore di coppia raggiunge questa fatidica velocità di 90 orari, guarda caso la massima su statali e tangenziali (su queste ultime però il Satelis non può circolare) velocemente, mentre per raggiungere quella massima dichiarata di 115 km/h occorre invece uno slancio davvero molto lungo; a tachimetro si riescono comunque a vedere i 120 orari.

L’agilità è il suo forte, nonostante le dimensioni non contenute, lo spazio a bordo è ampio e solo chi è alto più di 1.85 potrà sentire qualche turbolenza sulla testa, oltre a cercare inutilmente una posizione di guida più arretrata sulla sella. Quello che impressiona di più sul Satelis è la qualità della frenata. Il neofita potrà contare su un intervento dell’ABS abbinato alla frenata integrale SBC che non è mai invasivo, mentre il guidatore più esperto apprezzerà i comandi ben modulabili.

Vista la sua connotazione prettamente cittadina, dove le insidie sono maggiori, la scelta se optare o meno per l’ABS dipende molto dal tipo di utilizzo. Se si pensa di utilizzare lo scooter 365 l’anno allora l’antibloccaggio può rappresentare un buon investimento. Diversamente se si lascia il mezzo in garage d’inverno e quando piove allora si può anche pensare di risparmiare qualcosa, visto che la frenata è comunque eccellente e il bloccaggio della ruota posteriore, e ancora di più l’anteriore, è davvero poco probabile su fondi asciutti, dove tra l’altro gli spazi d’arresto con o senza ABS sono praticamente identici.

Diversamente sul bagnato già a 50 all’ora con l’ABS/SBC ci si ferma 15 metri prima, dimezzando gli spazi di frenata. Riguardo ai consumi abbiamo verificato un valore leggermente meno ottimistico di quanto dichiarato (3,6 litri ogni 100 km), con l’indicatore del computer di bordo che segnalava una media di 4 litri ogni 100 km, valore che consente comunque di percorrere con un pieno oltre 300 km, grazie al capiente serbatoio da 13,2 litri.. Anche il vano sottosella è decisamente ampio e ben sfruttabile.

Non abbiamo verificato se effettivamente entrano due caschi integrali, come dichiarato dalla casa, ma non sembra impresa troppo ardua. Comodo ma non sempre il dispositivo che apre il vano sottosella. Contrariamente a molti altri scooter, con i quali lo sblocco del vano si ottiene girando la chiave in senso antiorario, sul Satelis occorre invece girarla in senso orario, con il pregio di non dover spegnere il motore ma con l’unico inconveniente che spesso si può aprire inavvertitamente il vano al momento della partenza.

Stesso criterio che evita di spegnere il motore anche per l’interruttore di sicurezza del cavalletto; se si lascia aperta la stampella il motore non si spegne e si avvia lo stesso, ma il dispositivo di sicurezza inibisce l’acceleratore e a parte la sensazione di “ingolfamento” il sistema si rivela decisamente furbo, evitando fastidiosi spegnimenti e conseguenti perdite di tempo. Sono i dettagli a fare la differenza sul Satelis, come la strumentazione, completa e sempre ben leggibile. Buone anche le finiture e le plastiche, a livello dei migliori prodotti made in Japan; peccato solo che gli specchietti, regolabili agendo sulla lente stessa, abbiano un campo di regolazione limitato e inoltre la scocca esterna tende a uscire dalla sua sede.

Il motore 125 non sembra in fondo troppo sottodimensionato per la stazza del Satelis e per i suoi 160 kg. Attendiamo in ogni caso le versioni di cilindrata superiore (è previsto in un primo momento un 300 di origine Piaggio per passare poi a uno di produzione francese) ma lo scooter francese si rivela un mezzo equilibrato, confortevole, svelto nel traffico e soprattutto sicuro, con una buona qualità dei componenti, venduto a un prezzo allineato alla concorrenza.

Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125

Pregi e Difetti

PIACE
Frenata, sia con ABS/SBC, sia senza (molto più modulabile)
Coppia
Ripresa
Capacità di carico
Finiture
Grafica strumentazione

NON PIACE
Accelerazione da fermo
Colori un po’ troppo seriosi
Qualità specchietti retrovisori

Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125Provato lo scooter Peugeot Satelis 125

Scheda Tecnica

Peugeot Satelis 125
Motore Monocilindrico 4 tempi
Cilindrata 124,8 cc
Alesaggio x Corsa n.d.
Potenza 11 kW (15 CV) a 9.250 giri/min.
Coppia 11,8 Nm (1,2 kgm) a 7.750 giri/min.
Distribuzione Monoalbero a camme in testa, 4 valvole
Raffreddamento A liquido
Alimentazione Iniezione elettronica
Lubrificazione A carter umido
Avviamento Elettrico
Cambio Variatore automatico
Frizione Automatica centrifuga a secco
Telaio tubolare doppia culla in acciaio rinforzato
Sospensione anteriore Forcella telescopica idraulica Ø 37 mm
Sospensione posteriore 2 ammortizzatori idraulici con regolazione precarico molla su 4 posizioni.
Freno anteriore Disco Ø 260 mm con pinza Nissin a doppio pistoncino
Freno posteriore Disco Ø 210 mm con pinza Nissin a doppio pistoncino
Sistema ABS/SBC Di serie su versioni Urban ed Executive
Pneumatico anteriore Michelin City Grip 120/70 - 14”
Pneumatico posteriore Michelin City Grip 140/60 - 13”
Lunghezza 2152 mm
Larghezza 765
Altezza sella 784 mm
Passo 1500 mm
Peso 160 kg
Serbatoio 13,2 litri
Emissioni Euro 3
Prezzo: 3.990€

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voti.  
 
  • nickname Commento numero 1 su Peugeot Satelis 125: il test di Motoblog

    Posted by:

    è proprio un bel scooter peccato che non vi siano suggerimenti per l'assicurazione che hà raggiunto costi proibitivi. Scritto il Date —

 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Motoblog.it fa parte del Canale Blogo Motori ed è un supplemento alla testata Blogo.it registrata presso il Tribunale di Milano n. 487/06, P. IVA 04699900967.