MotoGP Qatar: Melandri guarda avanti

Marco Melandri e l'Aprilia guardano avanti, con gara del Qatar che ha evidenziato l'affidabilità della RS-GP, portata al traguardo dal ravennate, anche se verso il fondo della classifica. La MotoGP è difficile, ma a Noale lo sanno e guardano avanti.

Melandri Losail 2015 img1

Non è certo stato un bel weekend quello vissuto a Losail da Aprilia e dal team Gresini, almeno per quanto riguarda la MotoGP, dal momento che Alvaro Bautista è stato costretto al ritiro al primo giro dopo un contatto con Marc Marquez, mentre Marco Melandri ha concluso la gara nelle ultime posizioni.

Quest'ultimo aspetto è comunque molto importante, nell'ottica del “debutto” della casa di Noale nella massima serie, undici anni dopo aver archiviato la RS-Cube e sospeso il progetto. La nuova RS-GP sembrerebbe essere quindi affidabile. Il lavoro da fare è però ancora molto, come affermato anche da Marco Melandri nell'immediato dopo-gara. Il ravennate non è soddisfatto del risultato, ma guarda avanti.

"Non è stata la gara più veloce della mia vita, ma su una moto e una categoria nuovi ce lo aspettavamo. In compenso abbiamo terminato la gara, il nostro primo vero long run, e raccolto moltissimi dati che saranno fondamentali nel nostro processo di sviluppo. Abbiamo bisogno di tempo, quando la moto inizierà a lavorare bene anche il mio stile di guida migliorerà e potremo fare uno step deciso, ora sta ai ragazzi di Aprilia interpretare le mie sensazioni e tradurle in interventi sulla RS-GP. Ci attendono altre gare complicate, visto che non conosco le piste di Austin e in Argentina, ma che ci forniranno altri spunti su cui lavorare".

MotoGP - Marco Melandri Qatar 2015

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: