Honda Forza 125: un vero GT per la patente B

Design aggressivo e affascinante, motore e ciclistica brillanti e un vano sottosella enorme. Queste alcune caratteristiche del nuovo Honda Forza 125, il nuovo maxi-scooter della Casa Alata pensato per i possessori della patente B. Consumi da record e tante comodità di serie, come lo Start & Stop e il cupolino regolabile.

Honda Forza 125: un vero GT per la patente B

In Italia, la vera Forza di Honda nel segmento scooter è l'apprezzatissimo SH (qui il nostro test), uno scooter che ha da sempre fatto impazzire gli italiani grazie alle sue caratteristiche tecniche che si possono riassumere con tre aggettivi: affidabile, comodo e grintoso. Nell'ottobre 2014 però, direttamente dal Giappone arriva un nuovo maxi-scooter GT spinto da un motore ottavo di litro.

L'EICMA 2014 fa da cornice al lancio ufficiale del nuovo Honda Forza 125, uno scooter tutto nuovo che appartiene al genere opposto all'SH, ovvero i maxi-scooter GT, nati per assecondare gli utenti alla ricerca di uno scooter molto comodo e, allo stesso tempo, prestante. Il nuovo Forza 125 nasce per i possessori della patente B, e si rivela un comodissimo compagno di viaggio quotidiano e anche un ottimo mezzo per le brevi passeggiate fuori porta.

Vanta infatti un motore brillante che assicura consumi da record. Il propulsore eSP eroga ben 11 KW (il massimo consentito per i 125) e la ciclistica potrebbe sopportare cilindrate ben superiori. La qualità percepita è alta e si apprezzano davvero tanto i comfort di cui è dotato: parabrezza regolabile, Start & Stop, ABS a doppio canale, vano sottosella da 48 lt ecc. Tanto lusso però ha un prezzo: 4.590 euro, cifra un po' alta ma in linea con la diretta concorrenza.

La Guida: chiedi tutto quello che vuoi

Honda Forza 125: un vero GT per la patente B

Già dal primo sguardo si capisce come questo scooter sia nato per entrare all'interno del segmento GT a testa alta, senza compromessi, offrendo al pubblico una serie di caratteristiche (sia tecniche che stilistiche) di altissima qualità per garantire sempre il massimo del piacere di guida.

Il design è infatti curatissimo (sembra ancora un concept), e ciò che colpisce maggiormente è di certo il "pacchetto comfort e tecnico" disponibile di serie. Saliti in sella si apprezza subito un'alta qualità percepita. Tutto è a portata di mano, con un manubrio alto e delle pedane comode e dotate del giusto spazio per l'appoggio delle gambe. Il tunnel centrale che divide a metà la pedana, nel quale troviamo l'accesso al serbatoio del carburante, è leggermente alto e bisogna alzare bene la gamba quando si monta in sella, perché è molto facile toccarlo.

La seduta, ad un primo approccio un po' alta, è ben eretta e comoda. Partiamo subito per il nostro giro senza perderci in chiacchiere, c'è una bellissima giornata a Nizza e il nostro giro include una tappa a Montecarlo! Purtroppo per strada c'è tanto traffico e tanti semafori. Nulla di tutto ciò spaventa il nuovo Forza 125, molto agile e brillante nel traffico.

Una volta fermi sotto la luce rossa, il moderno Start & Stop entra in funzione e il propulsore eSP si arresta automaticamente in attesa di ripartire immediatamente quando il semaforo diventa verde. Leggera rotazione della manopola del gas, ed ecco che il motore "prende vita" silenziosamente, grazie al sistema di avviamento ACG.

Il Forza 125 è molto agile e lo scatto è brillante. L'erogazione perde un po' di brio tra i 3.500 e i 5.000 giri, per poi tornare in coppia con la lancetta fissa sui 7.000 rpm. Stabile e sicura la frenata, con l'ABS a doppio canale che entra in funzione solo in casi di estrema necessità. Il piacere di guida si apprezza anche in mezzo al traffico cittadino dove, purtroppo anche in Costa Azzurra, si incontrano spesso fastidiose buche presenti nel manto stradale.

Qui il Forza 125 sfoggia una caratteristica molto difficile da trovare sugli altri scooter appartenenti a questa categoria: il doppio ammortizzatore posteriore copia molto bene le asperità dell'asfalto evitando di trasmetterle direttamente sulla schiena del pilota. Ottimo anche il comportamento della forcella anteriore, che assicura stabilità e sicurezza.

Honda Forza 125: un vero GT per la patente B

Lasciamo la città per affrontare un breve tratto guidato che ci consente di apprezzare le caratteristiche tecniche di questo nuovo GT by Honda quando davanti a noi troviamo solo curve e un panorama mozzafiato. Giù il parabrezza (basta spingerlo con una mano sola), assumiamo una posizione più reattiva e ci diamo dentro con la manopola del gas.

Il nuovo Forza 125 colpisce principalmente per un comportamento e caratteristiche strutturali che ci si aspetta di trovare su GT di cilindrata ben più alta. Impostare le traiettoria di curva è davvero facile e intuitivo, le ruote seguono alla perfezione i comandi del pilota, assicurando sempre traiettorie precise e sicure. Molto agile nei cambi repentini di direzione, nel misto (mantenendo un ritmo elevato) l'impianto frenante del Forza 125 soffre leggermente ma non smette di trasmettere sicurezza e stabilità.

Concluso il giro, è tempo di rilevare il consumo di carburante. Sul display, la riserva di carburante mostra appena una tacca in meno, dopo aver percorso 85 km in un ciclo urbano/extra urbano, con la manopola del gas quasi sempre spalancata. Appena 2,6 lt/100km, un risultato pienamente soddisfacente e che ci permette di dare un "Mi Piace" in più a questo nuovo GT della Casa Alata!

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 15 voti.  
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO