MotoGP Qatar, Lorenzo tradito dal casco: "Potevo vincere"

MotoGP 2015 - Lo spagnolo della Yamaha raccoglie il 4° nel primo round iridato di Losail: "Ducati meglio di noi per velocità pura e in frenata"

MotoGP Qatar 2015 - Gallery Qualifiche

Con l'uscita di scena di Marc Marquez (Honda Repsol) alla prima curva, le cose sembravano mettersi bene per Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha) nel GP del Qatar, tra i primi fuggitivi della corsa - con le Ducati di Andrea Dovizioso e Andrea Iannone - e poi capace i prenderne la testa e condurre con autorità per alcuni giri.

Poi, a quanto pare, la sfortuna ci ha messo lo zampino e una disfunzione al casco del maiorchino, con conseguente impedimento davanti gli occhi, lo costringeva progressivamente a soccombere alla rimonta del compagno di box Valentino Rossi, poi vincitore della corsa, e anche di Iannone, che si è così accaparrato l'ultimo posto sul podio relegando Lorenzo al quarto posto finale. Queste le parole del maiorchino a fine gara:

"E 'stata una gara difficile. Dopo il primo giro ero secondo e ho seguito Dovizioso, ma ero più veloce e l'ho passato dove potevo, tra le curve veloci. Sulla velocità pura e in frenata la Ducati era molto più forte della nostra moto, ma noi potevamo recuperare in velocità di percorrenza in curva, mentre l'accelerazione era simile. Ad essere onesto, ho pensato di poter vincere la gara, anche se sicuramente non sarebbe stato facile, perché Valentino ha avuto davvero un grande ritmo a fine gara."

Gallery MotoGP Qatar 2015 Gara (FOTO)

Il problema al casco ha poi tolto a Lorenzo la possibilità di lottare al massimo del suo potenziale "per le posizioni che contano" (vedi l'esplicativo tweet in calce del suo Communication Manager):

"Stavo bene, ma improvvisamente qualcosa è andato storto con la parte superiore del casco: un pezzo di rivestimento interno si è staccato facendomi perdere metà della mia visuale. Non riuscivo a vedere bene le curve e non riuscivo a concentrarmi come prima sulla guida. Mi avrà fatto perdere mezzo secondo o qualcosa di più al giro. In una gara in cui, come minimo, avrei potuto lottare per la vittoria, alla fine sono arrivato quarto."


MotoGP Qatar, Lorenzo in 2a fila: "Vincere qui sarà molto difficile"


Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) ha provato a dare il meglio di sé nelle qualifiche di ieri sera al Losail International Circuit, ma il suo miglior crono personale nella Q2, 1'54.711, gli è bastato per agguantare solamente il 6° posto, equivalente all'ultimo posto della seconda fila della griglia di partenza per la gara di questa sera.

Il maiorchino e la sua Yamaha YZR-M1 hanno 'incassato' quasi 6 decimi di distacco dalla pole position di Andrea Dovizioso e della sua nuova Ducati Desmosedici GP15, ma le speranze di fare una buona gara in Qatar sono tutt'altro che compromesse dal risultato delle qualifiche.

MotoGP Qatar 2015 - Gallery Qualifiche

Al termine della Q2, Jorge Lorenzo si è comunque dichiarato soddisfatto della sua posizione sullo schieramento di partenza, anche se il suo ottimismo nei riguardi di una possibile vittoria è sembrato parzialmente scemato:

"La mia posizione non è così male, visto che molti piloti avevano il pneumatico extra-soft in più. Vincere qui sarà molto difficile perché, per il momento, non abbiamo ancora trovato il set-up perfetto. Nelle FP4 avevamo una gomma che non aveva alcuna aderenza, ma in qualifica, per fortuna, abbiamo trovato il primo pneumatico che ha funzionato molto bene. La seconda gomma aveva meno grip, ma non era così male. Ho fatto un buon tempo considerando le condizioni della pista, ma adesso dobbiamo lavorare. Non sappiamo cosa succederà domani sulla lunga distanza con le gomme morbide: sarà difficile mantenere il nostro passo per tutta la gara, ma sono fisicamente e mentalmente pronto a dare il massimo."


MotoGP Qatar, Lorenzo 8° dopo le libere: "Sarà lotta dura per la 1a fila"

01 jorge lorenzo motogp qatar

La graduatoria dei tempi della MotoGP dopo i tre turni di libere cronometrate di Losail vede Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) all'ottavo posto, ma si tratta di un risultato sicuramente meno preoccupante di quanto potrebbe sembrare di primo acchito. In una classifica caratterizzata da distacchi minimi, lo spagnolo infatti ha chiuso a soli 286 millesimi dal miglior tempo di Marc Marquez (Honda Repsol), confermando così il grande equilibrio che vige al momento tra i top riders della classe regina.

MotoGP Qatar 2015 - Prove Libere 3

A fine giornata, Lorenzo ha ammesso di aver avuto anche qualche piccolo problema con la sua Yamaha YZR-M1, confermando però di aver operato una scelta forse definitiva riguardo alle gomme da usare in gara:

"Oggi è stata una giornata difficile, ma mi sento benissimo sulla moto con la gomma morbida. Abbiamo provato anche la gomma dura, che è davvero molto consistente: forse potrei fare un centinaio di giri sull'1'56.1 con quest'ultima, ma sarei troppo lento e quindi, per il momento, preferisco l'opzione morbida. Questo pomeriggio abbiamo avuto alcuni problemi si l'elettronica, il che è abbastanza strano: dobbiamo indagare per capire quello che è successo."

MotoGP Qatar 2015 - Prove Libere 3

Il maiorchino ha inoltre puntualizzato quali saranno i suoi obiettivi per il Day-3, dichiarando di aspettarsi grande battaglia nelle qualifiche:

"Continueremo a lavorare per arrivare ad un passo-gara sull'1'54 alto, che è il nostro obiettivo. Sarà lotta dura per la prima fila nelle qualifiche, perché molti piloti hanno le gomme extra-soft - che danno loro quattro decimi di secondo - e sono pure più forti rispetto allo scorso anno. Sarà difficile ottenere anche una posto in seconda fila, ma non si sa mai cosa può accadere. Forse riusciremo a trovare qualcosa che ci darà mezzo secondo e ci permetterà di lottare per la pole position."


MotoGP Qatar, Jorge Lorenzo 4° nel Day-1: "Abbiamo margine"

Prove Libere MotoGP Qatar 2015

Al termine del primo turno di prove libere di Losail, Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) si è detto tutto sommato soddisfatto del suo quarto posto finale nella graduatoria dei tempi.

Il maiorchino, autore di un 1'55.698 che lo ha visto chiudere a poco più di 4 decimi dal best lap di Marc Marquez (Honda Repsol), non è rimasto particolarmente impressionato dalle condizioni della pista qatariota, ma confida nei prossimi turni di libere per migliorare sensibilmente i suoi tempi.

Prove Libere MotoGP Qatar 2015

Al termine del Day-1 di Losail, Jorge Lorenzo - che dal 2008 detiene il record della pista con 1'53.927 - ha così commentato il suo lavoro in pista:

"Sono stati tutti molto veloci su queste nuove gomme, anche se la pista non era in perfette condizioni. La Moto2 ha quasi fatto il suo nuovo record, penso, ma in MotoGP abbiamo bisogno di un po' più di grip. C'è tanta polvere in pista, così sembra che la moto scivoli un po' ovunque. E' difficile avere la giusta fiducia, ma credo che oggi [ieri] abbiamo fatto un discreto lavoro fin dall'inizio. Quando mi sento a posto sulla moto, cosa che non è successa nell'ultimo run, mi trovo benissimo. Però, ad essere sincero, spero di essere molto più veloce domani [oggi]: dopo tutto siamo ancora a un secondo dal mio miglior tempo sul giro dello scorso anno. Abbiamo margine, ma per essere stata solo la prima sessione di libere, e sapendo che la pista non era perfetta, non si è trattato di una brutta partenza."


MotoGP, Jorge Lorenzo: "In Qatar per cogliere la prima vittoria"

Test MotoGP Qatar Marzo 2015

Il Gran Premio del Qatar, primo round del Motomondiale 2015 (QUI gli orari per seguire la MotoGP su SKY e Cielo) è ormai alle porte, e Jorge Lorenzo (Movistar Yamaha MotoGP) è sicuramente uno degli uomini più attesi: il fuoriclasse maiorchino, reduce da un 2014 decisamente al di sotto degli standards a cui ci aveva abituato, è ben consapevole delle aspettative che gravitano attorno a lui, ed il suo obiettivo è quello di dimostrare fin da subito di aver ritrovato l'antica forma.

Anche quest'anno, in molti lo considerano come il principale rivale del fenomeno Marc Marquez (Honda Repsol) per il titolo della MotoGP, e lo stesso Lorenzo è deciso a dar battaglia al connazionale con molto più vigore di quanto sia riuscito a fare la scorsa stagione, quando il suo campionato iniziò con due 'zeri' a causa della caduta di Losail e della tragicomica 'falsa partenza' di Austin.

Test MotoGP Qatar Marzo 2015

Alla vigilia delle prime libere per il GP del Qatar, Jorge Lorenzo non ha affatto nascosto i suoi propositi battaglieri:

"La pre-season è finita, e io non vedo l'ora di tornare a correre il più presto possibile. Abbiamo fatto un pre-campionato molto positivo, con qualche beneficio in termini di nuove parti meccaniche e anche in termini di prestazioni. Abbiamo fatto un ottimo lavoro in entrambi i test di Sepang e abbiamo raccolto alcune chiare idee sul come migliorare la moto. Poi abbiamo provato in Qatar, ma purtroppo questa non è una pista che si adatta bene alla nostra YZR-M1: abbiamo faticato un po' per trovare il miglior set-up. Alla fine abbiamo anche perso l'ultimo giorno [del test] a causa della pioggia, e questo è stato un vero peccato, ma ora ci prepariamo ad affrontare la prima sfida del campionato: adesso si inizia a fare sul serio, e noi andiamo a Losail con l'obiettivo di lottare per la prima vittoria. Voglio lasciarmi alle spalle quello che è successo qui [a Losail] un anno fa, con la caduta al primo giro. Fortunatamente, quest'anno ci arriverò in una forma migliore: possiamo fare molto meglio nella prima parte della stagione, quindi siamo abbastanza ottimisti per la gara d'esordio."

Test MotoGP Qatar Marzo 2015

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail
12 commenti Aggiorna
Ordina: