MotoGP 2015, Dovizioso: "Stoner faceva la differenza, ma la GP15 è competitiva"

MotoGP 2015 - Alla vigilia del GP del Qatar, primo appuntamento del Motomondiale 2015, il forlivese della Ducati ribadisce la sua fiducia nel nuovo prototipo di Borgo Panigale.

Test MotoGP Qatar Marzo 2015

Mancano ormai poche ore alle prime prove libere per il GP del Qatar, round di apertura del Motomondiale 2015 (clicca qui per orari e copertura televisiva), e l'attesa per il ritorno in pista delle stelle della MotoGP è ovviamente altissima.

Nell'ultimo test pre-stagionale di Losail, svoltosi poco meno di due settimane fa, il nuovo prototipo Ducati firmato da Gigi Dall'Igna, la Desmosedici GP15, ha fatto vedere cose sicuramente egregie dal punto di vista delle prestazioni e dei riscontri cronometrici, e sono già in molti ad attenderla al varco nella prima gara della stagione.

L'exploit del test di Losail, prevedibilmente, ha fatto anche esplodere le polemiche in merito alle concessioni regolamentari di cui godono le 'rosse' (già marchiate come 'aiutini' da parte dei detrattori), ma - salvo improbabili cambiamenti 'in corso d'opera' - è ormai troppo tardi per intervenire.

Test MotoGP Qatar Marzo 2015

Test MotoGP Qatar Marzo 2015
Test MotoGP Qatar Marzo 2015
Test MotoGP Qatar Marzo 2015
Test MotoGP Qatar Marzo 2015

Andrea Dovizioso, ovviamente, gongola. I due anni di pane duro ingurgitati dal forlivese in Ducati sono stati il prezzo da pagare per riportare in alto la moto italiana, e alla vigilia della nuova stagione il suo ottimismo è lampante. In una recente intervista rilasciata a La Gazzetta dello Sport, il 29enne di Forlimpopoli non ha escluso di poter arrivare a rinverdire i fasti dell'era Stoner in Ducati, ma con una dovuta precisazione:

"Io credo che noi oggi siamo più competitivi e forti. Allora Casey dominava, ma era soprattutto lui che faceva la differenza, infatti la seconda Ducati non gli è mai stata vicina. Vuol dire che la moto non era così competitiva. In questo momento, invece, la GP15 è competitiva, è una moto normale di base, che funziona. Ora sta a noi lavorare sulle rifiniture per fare la differenza e vincere".

E sugli obiettivi del Ducati Team in vista della trasferta in Qatar ha aggiunto:

"Andiamo in Qatar per fare il podio. Nei test eravamo veloci. Però io conosco benissimo quei quattro avversari, so che moto hanno, come lavorano nei test e nei weekend di gara. Fare il podio sarà comunque una impresa molto difficile".

Clicca qui per leggere in forma integrale l'intervista ad Andrea Dovizioso alla 'Gazzetta', da cui sono estratti questi due brani.

Test MotoGP Qatar Marzo 2015

  • shares
  • Mail