SBK Thailandia, delusione Chaz Davies: "Dobbiamo trovare più potenza"

Superbike Thailandia 2015 - Il gallese cade due volte e lascia la Tailandia con un magro bottino di punti: "Sono molto dispiaciuto."

SBK Thailandia 2015 - Gallery Gare

Weekend da dimenticare per Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) al Chang International Circuit, sede del secondo round stagionale del Mondiale SBK 2015 (e primo di sempre in Tailandia). Dopo aver faticato a trovare il giusto feeling con la sua 1199 Panigale R per tutto il weekend, Davies è oggi incappato in due scivolate, una per gara, riuscendo poi a rialzarsi e a completarle entrambe le manches in zona punti (11° e 15°). Evidentemente, il bottino finale del britannico è stato però alquanto misero, comportando la sua discesa fino al 6° posto della classifica generale.

Non era evidentemente questo il genere di risultato che Davies sperava di conquistare in Tailandia, anche perchè, una volta risalito in sella, il gaòòese ha messo in mostra in entrambe le gare un ritmo all'altezza dei migliori piloti in pista. Inutile però 'piangere sul latte versato', come sottolineato a fine giornata dallo stesso pilota:

“Sono molto dispiaciuto per le gare di oggi. E’ stato molto difficile ed ho dovuto spingere molto, girando sempre al limite, per poter restare con gli altri. Il fatto che ci sono tre rettilinei ci ha proprio limitato qui oggi... Abbiamo fatto delle modifiche per la seconda gara e la moto è migliorata, ma purtroppo la seconda gara è andata più o meno come la prima. La caduta è stata diversa, ho perso aderenza al posteriore entrando nella curva 3, ma la seconda parte di gara è stata simile, ho cercato di recuperare più posizioni possibili. I tempi sul giro sono stati buoni, e quando giro da solo trovo molte meno difficoltà. Quando lotto con gli altri invece faccio molta fatica nella prima accelerazione e in rettilineo perdendo troppo terreno ed essendo poi costretto a forzare molto gli ingressi. Confido nei ragazzi di Borgo Panigale e sul loro prezioso lavoro per trovare più potenza in vista delle prossime gare…”

SBK Thailandia, Chaz Davies 6° nella Superpole: "Weekend non facile per noi"

SBK Thailandia 2015 - Gallery Superpole

Il sesto tempo racimolato nelle qualifiche per il round della Tailandia - secondo appuntamento ufficiale del Mondiale SBK 2015 - non è certo il genere di risultato che Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) si sarebbe augurato alla vigilia, ma il gallese prova lo stesso a fare 'buon viso a cattivo gioco' dopo un sabato per lui piuttosto problematico, in cui non è riuscito a risolvere del tutto - insieme alla squadra - i problemi già accusati ieri.

Il distacco dalla pole di Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team) è stato di 7 decimi, ma l'1'34.084 messo a segno da Davies è stato più veloce di soli 3 decimi rispetto a quello dell'arzillo compagno di box Troy Bayliss. Al termine del sabato tailandese, il britannico ha spigato:

“Non si sta’ rivelando un weekend facile per noi ma non molliamo. Ieri mi mancava il giusto feeling con l’anteriore; oggi abbiamo fatto qualche cambiamento nella giusta direzione, ma ho ancora qualche problema in quest'area. E’ difficile essere costanti: l’anteriore è ancora un po’ nervoso e basta poco, solo un piccolo errore, per perdere dei decimi preziosi. Continueremo a lavorare anche domattina nel warm-up: abbiamo qualche idea e speriamo di trovare una soluzione. Farò del mio meglio anche perché, come sappiamo tutti, in gara può sempre succedere di tutto...”

SBK Thailandia 2015 - Gallery Superpole

SBK Thailandia, Chaz Davies 3° del venerdì: "Non sono particolarmente felice"

Superbike Thailandia 2015 - Gallery Day-1

Nonostante i discreti riscontri cronometrici - quarto nelle FP1 del mattino, terzo nelle FP2 del pomeriggio a 6 decimi dal best lap di Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki) - il gallese Chaz Davies (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team) si è detto tutt'altro che soddisfatto della sua prima giornata di libere al Chang International Circuit, nella provincia tailandese di Buriram, sede del secondo round del Mondiale SBK 2015.

In mattinata, in un primo turno 'esteso' a 75 minuti per dare ai piloti la possibilità di conoscere meglio la nuova pista, Davies è anche incappato in una piccola scivolata alla curva 3, senza conseguenze, e nel pomeriggio, in condizioni di maggior caldo, il britannico ha messo a segno il suo 1’35.288, tempo identico a quello fatto segnare dal leader del Mondiale Leon Haslam (Aprilia Racing Red Devils).

Superbike Thailandia 2015 - Gallery Day-1

A fine giornata, Chaz Davies ha lamentato problemi di feeling con l'anteriore della sua 1199 Panigale R:

“Non sono particolarmente felice, perché mi sembra di non riuscire ancora a far scorrere la moto come vorrei. Funziona bene in alcuni settori, ma poi in altri, soprattutto per quanto riguarda l’anteriore, mi piacerebbe trovare un feeling migliore. Al momento non capisco esattamente quale sia il limite dell’anteriore. E’ positivo essere fra i primi, ovviamente, ma preferirei essere lì con il feeling giusto. Sono incorso in una piccola scivolata stamattina: ho frenato un po’ tardi e penso di aver messo le ruote su un punto della pista sporco, ma comunque non mi sono fatto male e la moto non si è danneggiata molto...”

  • shares
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina: