SBK Thailandia, Troy Bayliss 7° in qualifica: "Spero in due buone gare"

Superbike Thailandia 2015 - Il leggendario tre-volte iridato chiude al 7° posto le qualifiche del Chang International Circuit: "Forse ci manca ancora un po’ di accelerazione.."

SBK Thailandia 2015 - Gallery Superpole

Troy Bayliss sugli scudi nella Superpole di questa mattina al Chang International Circuit, in Tailandia. Il 45enne tre-volte iridato della Superbike - chiamato a sostituire ancora una volta Davide Giugliano sulla 1199 Panigale R del team Aruba.it Racing Ducati Superbike - ha infatti conquistato un ottimo 7° posto in qualifica, piazzamento che gli permetterà di aprire la terza fila della griglia per le gare di domani.

Qualificato direttamente per la Superpole 2, Bayliss è riuscito a fare solo un giro veloce con la gomma da qualifica, mettendo a segno un 1’34.334 che lo ha visto chiudere a 952 millesimi dalla superpole firmata Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team). A fine giornata, dopo un risultato comunque più che convincente, il fuoriclasse australiano non si è però dichiarato del tutto soddisfatto di quanto raccolto:

“Sono abbastanza contento. Alla fine in griglia siamo posizionati più o meno dove mi aspettavo di essere, anche se avrei voluto fare un po’ meglio nelle prove libere di oggi pomeriggio. Per quanto riguarda il passo di gara non siamo messi male, ma saranno due gare difficili quelle di domani. Forse ci manca ancora un po’ di accelerazione, ma abbiamo sicuramente lavorato nella giusta direzione. Vedremo se riusciremo a trovare qualcosina in più domattina nel warm-up, dopo di che, spero di ottenere due buoni risultati."



SBK Thailandia 2015 - Gallery Superpole

SBK Thailandia, Troy Bayliss 7° nel Day-1: "Subito veloce nelle FP2"

Superbike Thailandia 2015 - Gallery Day-1

Il venerdì di prove libere per il round della Tailandia, secondo appuntamento stagionale del Mondiale SBK 2015, è stata certamente positiva per il tre volte iridato della categoria Troy Bayliss (Aruba.it Racing – Ducati Superbike Team), chiamato a sostituire nuovamente Davide Giugliano sulla 1199 Panigale R del team factory bolognese.

L'australiano ha prima sfruttato i 75 minuti delle FP1 per prendere confidenza con il nuovo tracciato, chidendo 14° con il suo 1’36.909, ma nel pomeriggio ha limato questa prestazione di ben 1"3, scendendo a 1’35.690 per conquistare la settima posizione di giornata, a poco più di 1 secondo dal best lap di Alex Lowes (Voltcom Crescent Suzuki).

Superbike Thailandia 2015 - Gallery Day-1

Queste le considerazioni del 45enne australiano a fine giornata:

“Abbiamo avuto qualche piccolo problema stamattina e ci è voluto un poco di tempo per trovare la strada giusta. Il feeling che avevo nella prima sessione non era male ma non era quello che io avrei voluto. Sapevo che sarebbe stato possibile fare di più oggi pomeriggio, utilizzando la gomma più morbida, ed è stato proprio così e sono stato subito più veloce. Poi, a metà sessione, abbiamo fatto una modifica che anche in passato ci aveva aiutato, ed ha funzionato ancora, permettendomi di fare una serie di giri veloci, il migliore dei quali è stato con una gomma che aveva già percorso 13 giri. Quindi ora sono molto contento e quando sono sceso dalla moto ho provato le stesse sensazioni che avevo sette anni fa.”



Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 719 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO