SBK 2015, Aprilia presenta ufficialmente il team Red Devils

Superbike 2015 - La casa di Noale presenta il suo team di punta per il Mondiale WSBK 2015 con il capo-classifica Leon Haslam e il rampante Jordi Torres. Raimondi: "Solo ad Aragon sapremo la verità."

Aprilia Racing Team Red Devils - SBK 2015 - Gallery Fotografica

Dopo essersi introdotto nell'immediata vigilia del round di Phillip Island - appuntamento inaugurale del Mondiale SBK 2015 svoltosi lo scorso 22 Febbraio - l'Aprilia Racing Team - Red Devils si presenta ufficialmente anche in Europa approfittando del contemporaneo lancio del nuovo Aprilia Racing Team Gresini, presentato ieri nel Quartier Generale milanese di Sky e che difenderà i colori della casa di Noale nel Mondiale MotoGP.

L'avventura del nuovo binomio composto da Aprilia Racing e dal team Red Devils di Andrea Petricca è iniziata decisamente bene in Australia grazie soprattutto a Leon Haslam, secondo in Gara-1 dietro a Rea per 39 millesimi e poi vincitore di Gara-2 per soli 10 millesimi sul rivale della Kawasaki (e compagno di box in Honda negli ultimi due anni), e quindi subito co-leader del Mondiale. Buone indicazioni anche dal rookie spagnolo Jordi Torres, quarto in Gara-1 a due secondi e mezzo dal vincitore e poi purtroppo caduto in Gara-2.

Aprilia Racing Team Red Devils - SBK 2015 - Gallery Fotografica

Presentazione Aprilia Racing 2015

Chiamato da Guido Meda a commentare il connvincente inizio di stagione, Dario Raimondi - coordinatore del team - non ha nascosto la sua soddisfazione:

"Siamo partiti bene, ma naturalmente c'è ancora tanto lavoro da fare. Penso che le prossime gare diranno molto sul campionato, specialmente per quanto riguarda il livello dei nostri avversari, ma noi siamo comunque sulla strada giusta. A Phillip Island abbiamo sempre fatto bene, ma quest'anno le cose sono andate addirittura meglio del previsto, quindi si può essere ottimisti. Nel prossimo round, in Tailandia, la pista sarà nuova per tutti e quindi sarà difficile fare confronti, ma nel round successivo, ad Aragon, su una pista che tutti conoscono bene, sapremo quale sarà la verità."

Aprilia Racing Team Red Devils - SBK 2015 - Gallery Fotografica

Presentazione Aprilia Racing 2015

Anche il britannico Leon Haslam ha fatto il pieno complimenti per l'ottimo inizio di stagione con la RSV4-RF, moto che per lo stesso 31enne britannico è stata alla base del suo per certi versi inatteso revivial di Phillip Island:

"Mi sono sentito bene sulla moto sin dal primo giorno, e la mia fiducia è cresciuta sempre di più con ogni giro che sono riuscito a completare. A Phillip Island la mia confidenza con la moto è poi arrivata al massimo. Sia Torres che io siamo sempre stati vicino ai primi, e questo dimostra che siamo decisamente sulla strada giusta. Dopo gli esiti dei test speravamo di fare un buon inizio di campionato, e le cose sono andate sicuramente bene in questo senso. Ora non ci resta che continuare a lavorare per le prossime gare e cercare di confermarci a questo livello."

Aprilia Racing Team Red Devils - SBK 2015 - Gallery Fotografica

Interrogato sulle differenze tra Aprilia e Honda - dopo aver militato nelle ultime due stagioni nel team Ten Kate - che gli hanno permesso di trovare subito un avvio di stagioni così sfolgorante, Haslam ha osservato:

"Negli ultimi quattro anni ho avuto diverse difficoltà, sia con BMW, che al tempo era comunque una moto in via di sviluppo, e poi anche con Honda, dove i vari infortuni non mi hanno aiutato nell'arco delle due stagioni con loro. In questo momento ero sicuramente pronto per un nuovo capitolo con un team nuovo e vincente. Lo sviluppo della moto procede per assecondare il mio stile, e devo dire che l'elettronica della RSV4 rende il mio lavoro quasi 'semplice', tanto che sono riuscito ad essere subito competitivo."


Aprilia Racing Team Red Devils - SBK 2015 - Gallery Fotografica

Presentazione Aprilia Racing 2015

Ultimo a parlare è stato il nuovo arrivato Jordi Torres, 27enne spagnolo che debutta quest'anno in SBK dopo 5 anni nella Moto2 del Motomondiale:

"Il mio obiettivo di questa prima parte di stagione è fare esperienza con questa moto bella e facile da guidare, con davvero tanta potenza. Ho un buon compagno di squadra che mi da tanti consigli e che mi aiuta ad imparare come sfruttare bene le gomme, e anche la moto. La squadra mi ha sempre dato la giusta spinta e io sono riuscito a migliorarmi costantemente sin da subito. Per adesso il mio problema è che mantengo troppa velocità a centro curva, perchè con la Moto2 si ha una maggiore velocità di percorrenza: il punto è che le gomme della Superbike lavorano diversamente, quindi bisogna fare le curve con uno stile più stop-and-go. So che ho molto da imparare, ma vedo Leon che sta facendo davvero molto bene e questo accresce la mia fame di vittoria."

2015 presentazione aprilia wsbk

  • shares
  • Mail