Sesto meeting europeo Motocicliste

raduno motocicliste

Si è svolto dal 28 al 30 luglio il sesto meeting europeo Motocicliste, evento patrocinato da FMI e Motocicliste.net che ha visto la partecipazione entusiastica di tantissime donne su due ruote.

Un evento importante promosso e sostenuto dalla Federazione Motociclistica Italiana con grande impegno e con un eccellente parco istruttori, che sa trasmettere e seminare insieme sapere e passione.

Le centaure sono accorse da tutta Italia, da città e paesi, con moto diverse ma anche in treno, in macchina, in autostop.

Moto, età e taglie differenti si sono incontrate con una passione comune, quella per la moto.

Tra le numerose iniziative che si sono svolte, il corso di enduro in sella ad Aprilia Rxv 450 e RX 50, con Angelo Tomasello e Paolo Sabatini che hanno mostrato come attraversare un terreno sconnesso senza avere paura.

Alcune motocicliste poi sono scese in pista: davanti a loro pilote (Cazzola, Valentini, Pezzilli, Toria) e insegnanti (Zampognini, Cherubini, Bevilacqua) e in sella alle Kawasaki, di cui seguire le traiettorie e da cui ascoltare come scendere in piega, quando e quanto dare gas o frenare.


raduno motocicliste_2

Nei box si è svolto un corso di manutenzione: il meccanico Franco Di Paolo ha insegnato come, Andreani ha parlato di assetto e sospensioni, e Dunlop ha controllato la pressione delle gomme.

L' Aprilia Sxv 450 supermotard è stata protagonista del corso di supermotard, rivolto a tutte le donne che hanno voluto capire come si fa a derapare volontariamente, provandoci anche gusto.

Anche Yamaha non ha voluto mancare all'evento: insieme a Raffaele Prisco e Antonio Cutroneo le motocicliste hanno potuto seguire un corso di guida base su Yamaha MT-03.

Evento clou le Motocicliadi, le olimpiadi della moto, in cui le donne hanno dovuto dimostrare al tempo stesso di saper correre in pista, superare agevolmente uno sterrato, poi un esame di manutenzione, un test sul viaggio e infine cavarsela tra i birilli in abilità.

Altre competizioni nel paddock per l’Agility test, la gara tra chi se la cava meglio nello slalom e nelle prove di equilibrio in moto.

Grande spettacolo per il corteo in pista, al quale ha fatto seguito il concorso La moto più bella di questo Varano 2006.

E c’è l’imbarazzo della scelta: come dire che le ragazze hanno cura della loro moto come del proprio corpo e della propria bellezza.

Se il motociclismo femminile in Italia sta facendo passi importanti più e meglio che nel resto d’Europa è grazie a eventi come questo, che sanno far crescere, nel miglior spirito del divertimento e dello sport, tante donne e tutto il movimento motociclistico.

via | Motocicliste

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: