Bufera Moto Morini: Jannuzzelli lascia

Ruggeromassimo Jannuzzelli lascia l'incarico di Vice Presidente e Amministratore Delegato di Moto Morini per "problemi ambientali"

Moto Morini

Il Vice Presidente e Amministratore Delegato di Moto Morini, Ruggeromassimo Jannuzzelli, ha lasciato ufficialmente il suo incarico. Jannuzzelli, ex vicepresidente e AD del gruppo Camuzzi, aveva acquisito il marchio bolognese nel luglio del 2011 insieme all'imprenditore Sandro Capotosti, ex presidente di Banca Profilo. Recentemente Morini ha spostato lo stabilimento a Trivolzio (PV) ed ha aperto uno Store a Milano. "Problemi ambientali" la causa della decisione di Jannuzzelli come si legge nel comunicato dell'azienda:

"Ho svolto la mia attività operativa fino ad Eicma di novembre 2014, per la quale, con fatica ma con entusiasmo, ho portato a compimento la realizzazione e quindi l’inaugurazione del 1° Concept Store MM nel centro di Milano e organizzato contemporaneamente un evento fuori salone denominato Ride & Fun, ideato dal nostro Responsabile web marketing Alessandro Di Cosmo.
Grazie alla collaborazione di tutto lo staff e i collaboratori interni all’azienda fra cui il Direttore di Stabilimento Alessandro Carbone, i Collaudatori, Meccanici e Responsabili post vendita Manuel Persiani, Giovanni Girino e Alberto Monni, oltre al Responsabile Commerciale Francesco D’Alessandro e al Responsabile Customer Care Elisabetta Capotosti, l’evento ha riscosso un enorme successo nazionale ed internazionale, attirando clienti, appassionati, importatori e distributori dall’Italia e da tutto il mondo, contribuendo a far acquisire alla società ordini importanti e prospettive commerciali più che rosee per il prossimo triennio.
Da quel momento "problemi ambientali" interni mi hanno portato alla decisione di lasciare la società e quindi abbandonare anche definitivamente l’attività operativa dell’azienda con sommo dispiacere, dopo aver dato il mio contributo ad un’azienda che ha un grande e riconosciuto marchio storico e che ha tutte le possibilità e prerogative di “volare alto” come l’aquila che la rappresenta".

  • shares
  • Mail