Paul Danning (Suzuki): "GSX-R più competitiva con le nuove regole"

Superbike 2015 - Paul Denning ha commentato le prestazioni della Suzuki GSX-R1000, di Alex Lowes e Randy De Puniet dopo il 1° round australiano. Bicchiere mezzo pieno.

Voltcom Crescent Suzuki Team - Australia 2015

Paul Denning, Team Principal del Voltcom Crescent Suzuki Team che difende i colori della Casa di Hamamatsu nel Mondiale SBK 2015, è tornato a parlare dei risultati ottenuti da Alex Lowes e Randy De Puniet in Australia. Il 24enne britannico ha chiuso 9° gara-1, il 34enne francese invece ha chiuso le due fare in 17a e 7a posizione.

Due prestazioni incoraggianti se consideriamo che la Suzuki GSX-R1000 è oramai la Superbike più longeva tra quelle iscritte. Le nuove regole ha ridotto il gap con le concorrenti, sopratutto a livello di motore ed i piloti ne apprezzano le doti. Lowes aveva sorpreso nelle prime libere e complessivamente fatto bene in tutte le prove. Randy De Puniet, considerato l'anno di inattività fa fatto bene a Phillip Island. Vediamo cosa accadrà al Chang International Circuit in Thailandia.

"Lo scorso anno Lowes, su circuiti conosciuti come Donington Park o Assen, ha fatto bene ed è anche salito sul podio. Quest’anno sarà molto diverso, grazie alla stagione completa alle spalle nonché alla conoscenza della moto e della squadra. Ora è un pilota molto più completo di quello che era 12 mesi fa. Credo che quest’anno stia utilizzando un approccio più oculato ed equilibrato."


  • shares
  • Mail