Barbera: "è passata una gara difficile, adesso guardiamo al futuro"

MotoGP_2012_Jerez

Per Hector Barbera Jerez è una delle piste più difficili del Motomondiale e le condizioni del tracciato (oggi e non solo) non erano certo favorevoli, ma il pilota del Team Pramac ha combattuto senza risparmio. Adesso l'obiettivo si sposta in Portogallo, all'Estoril, dove, tra una settimana si correrà il Gp del Portogallo. Finalmente su una pista gradita al pilota spagnolo.

Per me è stato un dei week-end più difficili" ha dichiarato Hector Barberà. "Nonostante sia spagnolo, Jerez è una pista sulla quale non riesco ad andare forte. Come non bastasse, la pista era chiazzata di umidità e questo mi mette in crisi, perché sono molto sensibile ai continui cambi di assetto generati dall'asfalto in queste condizioni. Ma non mi sono fatto prendere dai cattivi pensieri e mi sono anche divertito a battagliare con Rossi e Spies. Alla fine potevo tentare un attacco, ma avevo paura di rovinare tutto con una caduta, troppo rischio. Bene, per me è passata una gara difficile, adesso guardiamo al futuro, a Estoril”.

Lo sapevamo che oggi non sarebbe stata una giornata facile perché Hector non digerisce la pista e nemmeno l'asfalto chiazzato di umidità" ha commentato Francesco Guidotti, Team Manager Pramac Racing. "Però ha lottato con piloti più esperti di lui e ha fatto capire che possiamo guardare avanti con fiducia. Faccio i complimenti al mio team che ha lavorato benissimo e ha dato a Barberà una moto molto a punto”.

MotoGP_2012_Jerez
MotoGP_2012_Jerez
MotoGP_2012_Jerez
MotoGP_2012_Jerez
MotoGP_2012_Jerez
MotoGP_2012_Jerez
MotoGP_2012_Jerez
MotoGP_2012_Jerez

  • shares
  • Mail
10 commenti Aggiorna
Ordina: