Coppa Italia Velocità Moto 2012 al via da Vallelunga

Coppa Italia Velocità moto 2012

Scatterà già questo weekend a Vallelunga la stagione 2012 della Coppa Italia Velocità dedicata ai giovani piloti e considerata il “vivaio” dei talenti azzurri per il Campionato Italiano e per le competizioni mondiali. Michael Ruben Rinaldi ad esempio, dopo aver conquistato la targa numero uno della 2T ha debuttato in pianta stabile nella Moto3 tricolore con obiettivi da top rider, Luca Oppedisano, vincitore l’anno scorso della categoria 4T e ora tra i protagonisti assoluti della Stock 600 del Campionato Italiano Velocità (CIV)

L'edizione 2012 al via sul tracciato capitolino si articolerà su sei tappe: oltre al circuito romano (due round in programma al “Piero Taruffi”) toccheranno altri tracciati importanti a livello nazionale come Misano, Mugello, Franciacorta e Imola, che dopo cinque stagioni di assenza rientra a far parte del “circus” tricolore.

Grandi novità dal punto di vista regolamentare: a sostituire le classi 2T e 4T della Coppa Italia saranno, da quest’anno, il Campionato Italiano PreGP e il Campionato Italiano SP. Il primo darà ai tredicenni la possibilità di confrontarsi su piste “lunghe” dopo un periodo di formazione nelle Minimoto e MiniGP. Si tratta di una novità assoluta per l’Italia, che con questa iniziativa cercherà di infoltire ancora di più il promettente vivaio azzurro: i nati nel 1997, 1998 e 1999 avranno l’opportunità di apprendere nel modo corretto i segreti della guida “a ruote alte”.

Coppa Italia Velocità moto 2012
Coppa Italia Velocità moto 2012
Coppa Italia Velocità moto 2012

Le categorie ammesse sono 125 2T e 250 4T: venti gli iscritti alla ottavo di litro, che vedrà sfidarsi alcuni dei migliori talenti del recente Campionato Italiano MiniGP. Tra questi Nicolò Jarod Bulega (figlio d’arte di Davide, ex-pilota di livello internazionale), tredicenne emiliano-romagnolo che lo scorso anno si è assicurato le vittorie dei campionati italiano ed europeo della MiniGP 50. Oltre a lui, su RMU, per il titolo da tenere d’occhio un altro romagnolo ex-campione della MiniGp, Stefano Manzi (RMU), vincitore della Junior 50 nel 2010, poi Fabio Spirarelli, Alessandro Zaccone (Honda) e Lorenzo Gabellini, altri grandi protagonisti delle categorie giovanili. Nella 250 occhi puntati su un altro top rider della MiniGP (Senior 70) edizione 2011: parliamo del romano Fabio Di Giannantonio, che scatterà come favorito per la vittoria e dovrà vedersela, tra gli altri, con il concittadino Federico Marsili e con i sanmarinesi Thomas De Marini e Andrea Zanotti (tutti su Moriwaki).

SP 125 e 250
Il Campionato Italiano SP, invece, manterrà invece lo stesso regolamento utilizzato fino al 2011 nella Coppa Italia Velocità 2 e 4T e sarà riservato ai piloti dai 16 anni compiuti in su che avranno voglia di confrontarsi ancora in sella alle moto versione Sport Production nelle classi 125 e 250: venticinque gli iscritti alla prima e tra questi il toscano Alessio Chessa (Aprilia) che partirà con i favori del pronostico visti i podi di tappa conquistati nel 2011. A tenergli testa ci proveranno, tra gli altri, Francesco Tramarin, Massimo Frediani, Andrea Milioli ma anche i romani Fiorenzo Palli, Luca Fabrizio (fratello di Michel) e Elia Veronesi. Da segnalare in questa classe una presenza femminile, Phaedra Theffo, proveniente con buoni risultati dal Trofeo Motoestate e dalla Mototemporada.

Nella 250 invece, a fare da possibile numero uno ci sarà Guido Lamberti (Kawasaki), tra i pochi a tenere testa al campione Oppedisano nell’edizione 2011 della Coppa Italia. Il 17enne napoletano dovrà guardarsi le spalle dal toscano Edoardo Mazzuoli, dal romano Fabrizio Lovino e dal torinese Luca Seren Rosso, pronti a sfidarlo in pista per portarsi a casa il titolo della quarto di litro.

Trofei monomarca e monogomma
Oltre al Campionato Italiano PreGP e al Campionato Italiano SP a fare da protagonisti del programma Coppa Italia Velocità di Vallelunga saranno altri cinque trofei: rispetto al 2011 è confermata la presenza delle fortunate formule monomarca Honda (CBR 600 RR Cup, 600 F Cup e 250) e Kawasaki (Ninja Trophy) mentre faranno il loro esordio ufficiale il Trofeo 250 Grand Prix riservato alle “vecchie” ma sempre affascinanti quarto di litro (sostituite da due anni a livello mondiale dalla Moto2) ma anche le due formule monogomma, ovvero il trofeo Bridgestone Champions Challenge e la Motorex Cup (che si corre con pneumatici Pirelli).

Programma
Venerdì alle 9:30 scatteranno le prove libere che si concluderanno alle 18:25. Il via delle qualifiche è previsto alle 9:00 di sabato: la mattina andranno in scena i primi turni mentre nel pomeriggio i piloti scenderanno in pista per i secondi e definitivi, che si chiuderanno alle 19:00 e che stabiliranno le griglie di partenza. Undici le gare che caratterizzeranno il programma della domenica: il primo via è fissato per le 9:30 con il Kawasaki Ninja Trophy mentre l’ultimo semaforo rosso si spegnerà alle 17:30 con la gara del Campionato Italiano SP. Sabato il biglietto per assistere alle prove costerà 10 euro mentre domenica sarà possibile seguire le gare (da tribuna e paddock) con 15 euro.

  • shares
  • Mail