Giugliano, Canepa, Zanetti, giovani talenti (Ducati) in SBK

Superbike 2012 - Imola

Il secondo round del Mondiale SBK 2012 appena conclusosi a Imola ha messo in evidenza alcuni dei giovani talenti italiani impegnati nella categoria. Il pilota che può essere considerato la vera, grande rivelazione del weekend imolese é sicuramente Lorenzo Zanetti, autore di prestazioni convincenti sia in prova che in gara. Il ventiquattrenne del Team Pata Racing ha infatti portato la sua Ducati 1098R a conquistare il nono posto in griglia di partenza (mancando di pochissimo la Q3) per poi aggiudicarsi un sorprendente ottavo posto in Gara-1 e un tredicesimo in Gara-2.

Davide Giugliano ha fatto vedere delle buone cose, soprattutto il duello con Marco Melandri in Gara-2, ma il weekend del ventunenne pilota romano - per sua stessa ammissione - non é certo stato positivo: autore del 12° tempo in qualifica, il ventunenne alfiere del team Althea Racing é incappato in 2 ritiri nelle gare della domenica, entrambi dovuti a problemi 'tecnici', raccogliendo quindi un 'doppio zero' che di sicuro non fà bene alla classifica. Tuttavia, la giovane età e gli evidenti progressi fanno ben sperare per il futuro.

Discorso simile per Niccolò Canepa: penalizzato dal quattordicesimo posto in griglia, il ventitreenne ligure in forza al Team Red Devils Roma ha raccolto un prezioso decimo posto in Gara-1 (nonostante un 'dritto' al terzo giro) ed ha fatto vedere cose strabilianti in Gara-2, risalendo addirittura fino al sesto posto prima che una sfortunata caduta alla variante bassa lo mettesse fuorigioco a soli quattro giri dalla bandiera a scacchi. Leggi le dichiarazioni post-gara dei tre giovani Ducatisti dopo il 'continua'.

Superbike 2012 - Imola
Superbike 2012 - Imola
Superbike 2012 - Imola
Superbike 2012 - Imola

Lorenzo Zanetti: "Con il senno di poi abbiamo qualcosa da recriminare, ma ad un’analisi più attenta e corretta possiamo solo essere soddisfatti di questo week end. Per la prima volta abbiamo affrontato la Superpole e per la prima volta siamo stati lì davanti con i primi della classe. Dobbiamo crescere ancora un po’, in particolar modo sul setting per la gara: in ambedue le manche infatti il calo è stato conseguente ai pneumatici, completamente distrutti alla fine. L’importante è crescere e lo stiamo facendo step by step, non siamo lontanissimi ma il margine in Superbike è così ridotto che bastano due decimi per ritrovarti in coda al gruppo. Sono e mi ritengo un rookie, essere in testa a questa speciale classifica delle new entry mi fa un enorme piacere…ora però bisogna consolidare la posizione!

Davide Giugliano: “Sicuramente non ci voleva un giorno come questo. Devo fare le mie congratulazioni a Carlos ma sono ovviamente molto dispiaciuto per quanto riguarda le mie due gare. Dopo lo stop nella prima manche, speravo di fare un bel risultato nella seconda. Sono partito forte, recuperando subito molte posizioni. Poi ho lottato per alcuni giri con Melandri che girava con un passo molto simile al mio. Al 14simo giro ero davanti a lui, in quinta posizione e c’era solo da mantenere quel passo, perche’ i piloti davanti a me erano ormai troppi lontani. Ma purtroppo negli ultimi secondi la moto si e’ fermata: game over. Un giorno da dimenticare. Andiamo ad Assen ovviamente con la voglia di rifarci.

Niccolò Canepa : “Penso di aver fatto due belle gare. Sono partito indietro e quindi sono stato costretto a forzare il mio ritmo per recuperare posizioni e quando sei al limite puoi commettere degli errori. In gara uno nonostante un dritto sono riuscito a concludere in
decima posizione mentre nella seconda stavo facendo la mia gara più bella di questo inizio di stagione ed ero in coda al gruppo che lottava per il quinto posto. Ho atteso per non rovinare le gomme e quando ho deciso di attaccare mi sono ritrovato in terra alla variante bassa. Sono comunque soddisfatto perché ho tenuto sempre un passo veramente ottimo anche grazie alla mia squadra che è riuscita a risolvere i problemi che ci avevano limitato durante le qualifiche. Ora la moto va veramente bene. Sono caduto quando ero in sesta posizione, molto vicino ad un risultato incredibile per noi che siamo al debutto in Superbike. Un grazie a tutti i ragazzi del team che hanno fatto un lavoro eccellente
”.

Superbike 2012 - Imola
Superbike 2012 - Imola
Superbike 2012 - Imola
Superbike 2012 - Imola

  • shares
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina: