Biaggi: "la SBK torna alle origini. Sfida Guintoli e Sykes per il titolo ma occhio a Honda e Ducati"

"Il Corsaro" lascia un commento sulla nuova stagione WSBK ormai alle porte. Tanti cambiamenti rispetto al 2014, con un ritorno alle origini grazie al nuovo regolamento. Il Campione romano tentenna sul passaggio di Guintoli alla Honda. "Sarà dura" dice Max, "Bisogna tenere d'occhio Honda e Ducati".

Max Biaggi

Manca più di un mese al semaforo verde per la stagione 2015 del Campionato Mondiale Superbike 2015 (Calendario del Mondiale SBK). Il primo round verrà disputato sullo storico circuito di Phillip Island il prossimo 22 febbraio. Rispetto allo scorso anno, il regolamento ha subito un importante cambiamento dopo un massiccio intervento da parte della Dorna.

Lo scopo è quello di riportare la WSBK alle origini, cercando di porre sullo stesso piano bicilindriche e quattro cilindri e - sopratutto - cercando di ampliare il distacco dai prototipi che corrono nella Classe Regina della MotoGP. Un "ritorno alle origini" tanto apprezzato da Max Biaggi, il Campione romano che, in una recente intervista a Sport Mediaset, ha anticipato le sue impressioni riguardo la nuova stagione ormai alle porte.

"Mi aspetto una bella rivoluzione visto il cambiamento tecnico abbastanza invasivo. I piloti che fino allo scorso anno sono stati i più favoriti quest'anno dovranno lottare maggiormente per il titolo, mentre chi nel 2014 stentava ad accumulare punti adesso potrà contare su una maggiore competizione. La modifica del regolamento ha favorito le bicilindriche dando un taglio netto di potenza alle quattro cilindri. Hanno cercato di tornare alla formula originale della WSBK, anche se oggi è difficile poter fare un effettivo salto indietro di vent'anni. Sono comunque convinto che le moto moderne, nonostante il taglio di potenza e un'elettronica meno invasiva possano regalare un bello spettacolo"

"Il Corsaro" parla poi del passaggio di Guintoli alla Honda. Il Campione francese, insieme al Team Pata Honda World Superbike, riprenderà i test i prossimi 19 e 20 gennaio ad Aragon, per poi concluderli a Jerez il 26 e 27 gennaio. Biaggi ha anticipato:

"Sylvain è stato bravo a vincere il Mondiale 2014 proprio all'ultima gara, se l'è meritato in pieno. Il cambio da Aprilia a Honda è un passo importante e non sarà di certo semplice per lui essere subito competitivo nella nuova stagione. Troverà sicuramente qualche difficoltà nell'adattarsi alla moto all'inizio. Inoltre c'è da verificare quanto possa essere in realtà competitiva questa nuova Honda 2015. Sicuramente Guintoli dovrà stare attento a Sykes ma anche ad altri piloti. La Ducati ad esempio sembra avere tutte le carte in regola per poter puntare al massimo risultato, così come il nostro Davide Giugliano. Glielo auguro!"

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 74 voti.  
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO