Dall'Igna: "La GP15 pronta a Sepang 2. Nel 2015 vogliamo vincere un GP"

MotoGP 2015 - La Ducati Desmosedici GP15 debutterà a Sepang 2. Fissato l'obbiettivo del 2015: vincere una gara.

MotoGp of Czech Republic - Qualifying

Non scenderà in pista il 4 febbraio a Sepang la tanto attesa Ducati Desmosedici GP15, la nuova Ducati MotoGP per la prossima stagione. Ad annunciarlo, in un'intervista a motogp.com che sarà disponibile il prossimo 19 gennaio, il Direttore Generale Ducati Corse, l'ingegner Gigi Dall’Igna.

La nuova MotoGP della scuderia italiana non è ancora pronta e, così, Andrea Dovizioso e Andrea Iannone torneranno in sella su una versione aggiornata della MotoGP della scorsa stagione che è stata siglata come Desmosedici GP14.3.

Una moto che, quindi, metterà alla prova alcune delle novità della GP15, dando così agli ingegneri della Ducati dati e informazioni utili per completare i lavori sulla nuova moto.

La GP14.3, come è stata ribattezzata da Dall'Igna, avrà un telaio che ricalca quello della moto della prossima stagione e sarà proprio su questo aspetto che Dovizioso e Iannone lavoreranno a Sepang a inizio febbraio. Un telaio, quello della GP15, simile a quello della scorsa stagione, anche se più piccolo e con gli scarichi rinnovati. A rallentare i lavoro sulla Desmosedici GP15 è, infatti, principalmente il motore, completamente rinnovato rispetto al passato.

Il motore sarà sempre un V4 a 90°, con distribuzione desmodromica, ma sarà molto più corto, con un cambio completamente rinnovato che rende l'intero motore più compatto. L'altra novità più interessante sarà l'albero motore, più pesante per garantire una risposta più fluida.

Come confermato dallo stesso Gigi Dall'Igna a motogp.com, la Ducati Desmosedici GP15 debutterà nella seconda sessione di test malesi:

“La GP15 debutterà a Sepang2. Gli ultimi componenti sono quasi pronti e a breve inizieremo il montaggio della moto al completo. Sarà una moto completamente diversa, che potrà contare sulla classica distribuzione desmodromica, ma il 4 cilindri di 90 gradi sarà più piccolo e ci aiuterà con i diversi set-up”.

Il direttore generale di Ducati Corse si congeda rendendo noto quel che è l’obiettivo del 2015:

“Nel corso della scorsa stagione, volevamo arrivare a 10” dal primo: un obiettivo difficile, ma abbiamo lavorato sodo e specie nell’ultima parte del Campionato 2014 l’abbiamo centrato. Quest’anno ne abbiamo un altro, ancora più grande: vincere almeno 1 gara. Sarà un’impresa ardua, perchè dovremo scontrarci contro i 4 piloti piú forti in attività e contro 2 Case che rappresentano lo 'Stato dell’Arte' della MotoGP. Ce la metteremo tutta per portare a casa questo risultato.”

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 176 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO