Max Biaggi martello nelle prove... bene nel passo di gara

Superbike 2012 - Phillip Island - Prove

Ottimo inizio per il Team Aprilia Racing nella prima giornata di prove a Phillip Island. Max Biaggi ha lavorato in entrambe le sessioni sul passo di gara. I tempi ottenuti in condizioni diverse sono buoni e gli valgono la seconda e quinta posizione nei due turni di libere e qualifiche. Colpisce soprattutto la costanza messa in mostra dal Corsaro, autore come d’abitudine di molti giri.

Se prendiamo in condireazione l'ideal time delle sue sessioni, Biaggi ha ottenuto il miglior crono nelle libere in 1'31.853, Checa invece lo ha ottenuto nelle qualifiche in 1'31.845, proticamente lo stesso tempo... Ad ogni modo, le risposte di moto e gomme sono state incoraggianti, ma c’è ancora margine per migliorare, recita la nota della squadra.

“Oggi abbiamo lavorato bene - conferma Max - facendo parecchi giri e cercando di risolvere i problemi nelle varie parti della pista. Il nostro ritmo di gara è buono, anche se ci manca ancora qualcosa per raggiungere Checa. Domani ci concentreremo sulla prestazione nel giro secco cercando di sfruttare al meglio le gomme in questo senso, per poterci presentare in griglia domenica con le carte in regola per lottare con i migliori”.

Superbike 2012 - Phillip Island - Prove
Superbike 2012 - Phillip Island - Prove
Superbike 2012 - Phillip Island - Prove
Superbike 2012 - Phillip Island - Prove
Superbike 2012 - Phillip Island - Prove
Superbike 2012 - Phillip Island - Prove
Superbike 2012 - Phillip Island - Prove
Superbike 2012 - Phillip Island - Prove

Eugene Laverty, tornato in sella dopo l’infortunio alla mano di mercoledì scorso, ha sfruttato la prima sessione per riprendere confidenza con la moto ed il tracciato. Nei primi minuti delle qualifiche pomeridiane il pilota nordirlandese è però incappato in una scivolata alla curva 9. Eugene è stato ricoverato nel centro medico del circuito, non per lesioni fisiche particolari ma per lo stato di confusione dovuto ad una lieve commozione cerebrale.

Non dovrebbe essere in dubbio la sua partecipazione alle prove di domani e alle due gare di domenica: “Nella prima sessione volevo solo verificare le condizioni della mano, nella seconda il feeling era buono dai primi giri. Stavo girando con una gomma usata, ho perso il posteriore e sono scivolando sbattendo la testa ed un piede. Ora sto abbastanza bene, non sembrano esserci problemi per domani ma rimane il rammarico per il tempo importante perso a causa della caduta. Domani l’obiettivo è stare nei primi sedici per poter entrare nella Superpole e cercare un buon risultato nelle due gare”.

  • shares
  • Mail
24 commenti Aggiorna
Ordina: