Ducati Scrambler 2015: dettagli, foto e video

Presentata a Colonia l'atteso remake della gloriosa Scrambler di Borgo Panigale: motore Desmodue da 803 cc e 4 allestimenti.

Ducati Scrambler 2015 - Foto Ufficiali

A distanza di un mese dalla sua presentazione in anteprima mondiale al Salone Intermot 2014 di Colonia, Ducati presenta la sua attesissima Scrambler 2015 all'appassionato pubblico italiano sfruttando il palcoscenico globale offerto dal Salone EICMA di Milano, dove rimarrà esposta fino a domenica. L'importanza che questo suo nuovo modello riveste per la casa bolognese è innegabile, e questo è rispecchiato dall'imponente stand che Ducati ha allestito solamente per lei, 'staccato' da quello comunque enorme della casa madre (dove primeggiano le novità assolute dell'EICMA 2014, la supersportiva 1299 Panigale e la versatile Multistrada 1200).

Guarda le foto della Ducati Scrambler a EICMA 2014


Presso lo stand della Scrambler è quindi possibile ammirare tutte e quattro le varianti del modello lanciate contemporaneamente da Ducati in terra tedesca, vale a dire la 'Icon' (disponibile nelle colorazioni giallo e rosso, quella che può considerarsi la versione 'base' della Scrambler), la 'Urban Enduro' (nella colorazione 'Wild Green', ovvero quella dalla vocazione 'offroad'), la 'Classic' (quella più vicina all'omonimo modello monocilindrico originale, con serbatoio “Orange Sunshine”, telaio nero e sella marrone) e la 'Full Throttle' (dall'impostazione più sportiva, in colorazione “Deep Black” anche per telaio e sella).

Guarda le foto della Ducati Scrambler a EICMA 2014


Tutti i modelli condividono la stessa architettura tecnica con lo stesso propulsore bicilindrico desmodromico a L, 2 valvole per cilindro, raffreddato ad aria da 803 cc (per il quale Ducati dichiara una potenza di 75 CV a 8.250 giri/min e una coppia di 68 Nm a 5.750 giri/min) ed il medesimo a telaio traliccio in tubi di acciaio. Per conoscere le principali differenze tra i quattro allestimenti, basta consultare le pagine seguenti di questo post.

Guarda le foto della Ducati Scrambler a EICMA 2014

Ducati Scrambler 2015: foto, video, dettagli e scheda tecnica

Ducati Scrambler 2015 - Foto Ufficiali

Dopo una campagna di lancio estremamente 'sostenuta', Ducati ha svelato oggi in un apposito evento di contorno al Salone Intermot 2014 di Colonia la sua attesissima Ducati Scrambler, rievocazione in chiave moderna e 'bicilindrica' dell'omonima ed iconica moto degli anni '60-'70. La casa bolognese descrive il suo stile come 'post-heritage' - 'prendere il meglio dal passato per realizzare qualcosa di unico e assolutamente contemporaneo' - ed è proprio questo il suo approccio, quello di un mix tra tradizione e presente che guarda al futuro.

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015


Quattro gli allestimenti: 'Icon', 'Urban Enduro', 'Classic' e 'Full Throttle', ognuno con le sue peculiarità (che analizziamo approfonditamente nella pagina seguente di questo post) ma tutti con lo stesso spirito di fondo e la stessa architettura, che si basa su un bicilindrico desmodromico a L, 2 valvole per cilindro, raffreddato ad aria da 803 cc (per il quale la casa bolognese dichiara 75 CV e un picco di coppia di 68 Nm) e sul telaio traliccio in tubi di acciaio.

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015


Lo Scrambler 'Icon' è quello per così dire 'base' ed è disponibile in giallo e in rosso, mentre sono più esotiche le altre tre versioni, che prendono direzioni stilistiche e funzionali differenti: la variante 'Urban Enduro' è caratterizzata dalla colorazione “Wild Green” e ha più un'impostazione da off-road, la 'Full Throttle' vira più sul “flat track” e la 'Classic' punta dritto all'amarcord anni '70. Per il momento nessuna comunicazione ufficiale per quanto riguarda prezzi e data esatta di sbarco nelle concessionarie, ma si tratta di dati che Ducati diffonderà comunque a breve.

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015


Ducati Scrambler 2015 - Design

Ducati Scrambler 2015 - Foto Ufficiali

Dal punto di vista del design, i riferimenti alla illustre progenitrice non mancano di certo, come ad esempio lo scultoreo serbatoio a goccia e le 'guance' applicate ai suoi lati in alluminio spazzolato (ed intercambiabili per la personalizzazione), sposandosi con elementi decisamente moderni quali la forcella a steli rovesciati, i cerchi in lega, il monoammortizzatore posteriore e la pinza anteriore con attacco radiale.

Il forcellone non è un 'monobraccio' ma si presenta con un design quasi 'a banana' decisamente moderno, mentre il sistema di scarico riprende in gran parte lo stile delle ultime naked di Borgo Panigale. Il silenziatore corto e l’unghia del parafango posteriore danno compattezza al look generale alla moto, così come le maniglie del passeggero, nascoste dalle aperture nella parte posteriore della sella.

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015


I lineamenti del 'volto' della Scrambler sono determinati dal suo proiettore circolare, altro ovvio riferimento all'iconico modello originale, anche lui rivisto in chiave decisamente attuale e con la tecnologia del guidaluce a LED utilizzata per la luce di posizione, che ne enfatizza il perimetro. La funzione abbagliante ed anabbagliante è affidata ad un’unica lampada nascosta da uno schermo su cui è riportato il marchio Ducati. Inoltre, la luce fredda (bianca) del guidaluce di posizione e quella calda (gialla) dell’anabbagliante offrono un contrasto che da ancora più carattere allo Scrambler Ducati.

Il gruppo ottico posteriore è di tipo full LED con 'effetto diffusione', reso da una lente opaca diffondente che lavora con una scheda elettrica con 12 LED e 18 LED nella funzione stop. Gli indicatori di direzione a lampadina si integrano alla perfezione con lo stile dello Scrambler e sono posizionati ai lati del gruppo ottico anteriore e sul parafango posteriore. Anche per lo Scrambler Ducati è prevista la funzione hazard, attivabile tenendo premuto per tre secondi il pulsante freccia sinistra.

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015


Il design del tappo del serbatoio, sul quale è riportata la scritta “born in 1962” è ispirato al sistema di chiusura del modello degli anni ’70, così come la chiave che, una volta inserita nel blocchetto di accensione che è posizionato sul supporto del proiettore, richiama il design del commutatore luci originale. Lo stesso richiamo che si trova anche nelle modanature sotto la sella. La strumentazione dello Scrambler è costituita da un elemento singolo circolare posizionato sopra il faro e spostato sul lato destro: è completamente digitale, ha la scala dell’indicatore dei giri motore ispirata al tachimetro della moto degli anni ’70.

il già citato stile “post-heritage” è riproposto anche sui comandi, con un comando gas di tipo classico, a un cavo, con comando del freno anteriore con pompa assiale e leva regolabile su 4 diverse posizioni. Il comando frizione a cavo, si integra alla perfezione col design minimalista della moto, mentre il blocchetto comandi non rinuncia alla “sicura” che protegge l’interruttore di avviamento, utilizzata su tutte le moto Ducati. Le piastre portapedane in stile 'off-road', in pressofusione di alluminio e verniciate in nero, supportano i comandi del cambio e del freno posteriore.

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015


Ducati Scrambler 2015 - Motore

Ducati Scrambler 2015 - Foto Ufficiali

Il propulsore dello Scrambler Ducati è un bicilindrico desmodromico ad L due valvole raffreddato ad aria e olio da 803 cc, derivato dal Desmodue del Monster 796, con un alesaggio di 88 mm ed una corsa di 66 mm. Questa unità è stata progettata per privilegiare la regolarità di marcia e la fluidità dell’accelerazione ad ogni regime, vantando una potenza di 75 CV a 8.250 giri/minuto ed una coppia massima di 68 Nm a partire da 5.750 giri/minuto.

Il motore dello Scrambler ha carter leggeri e coperchi frizione e alternatore in alluminio con lavorazioni a macchina, con i due carter copri cinghie in alluminio e anche loro sono rifiniti con lavorazione a macchina utensile. Per integrarsi con il compatto serbatoio in acciaio dalla caratteristica forma a goccia, è stato dotato di un corpo farfallato singolo da 50 mm con due iniettori sotto farfalla, soluzione che garantisce una erogazione fluida ed un controllo accurato del titolo della miscela aspirata in ogni cilindro. Pistoni e albero motore sono gli stessi del Monster 796 e dell’Hypermotard 796, mentre gli alberi a camme sono stati studiati appositamente per garantire una erogazione lineare.

Lo scarico 2-in-1 con terminale in alluminio è stato realizzato appositamente per lo Scrambler ed è dotato di paracalore in alluminio per garantire una migliore protezione termica ed è a norma EURO 3. Il cambio è a sei rapporti, mentre la frizione è APTC multidisco in bagno d'olio con comando a cavo - che enfatizza il carattere minimalista ed essenziale dello Scrambler - e sistema antisaltellamento.


Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015


Ducati Scrambler 2015 - Ciclistica

Ducati Scrambler 2015 - Foto Ufficiali

Il telaio dell Scrambler Ducati è un traliccio tubolare d’acciaio a doppia trave superiore, che abbraccia il motore e si prolunga fin sotto la sella. Il cannotto di sterzo è inclinato di 24° e assieme all’avancorsa di 112 mm garantisce grande agilità, dote favorita anche dal manubrio largo e dall’interasse di 1.445 mm. Il classico serbatoio 'a goccia' in acciaio ha una capacità di 13,5 litri.

Le sospensioni sono Kayaba: una forcella a steli rovesciati da 41 mm ed un mono ammortizzatore regolabile nel precarico molla, entrambi con una corsa ruota di 150 mm. I cerchi in alluminio a dieci razze, di chiara ispirazione flat track, sono da 18" all'anteriore e da 17" al posteriore, e sono accoppiati rispettivamente ai nuovi pneumatici Pirelli MT60 RS da 110/80 ZR18 all’anteriore e da 180/55 ZR17, appositamente realizzati per lo Scrambler con un disegno dedicato di tasselli.

L'impianto frenante è firmato Brembo e si avvale dell'ausilio di un sistema ABS a 2 canali Bosch 9.1 MP, con sensore di pressione inteno. Per garantire la massima prestazione, all’anteriore è stato montato un disco singolo da 330 mm Ø con spessore di 5 mm morso da una pinza a quattro pistoncini monoblocco Brembo M 4.32B con attacco radiale. La scelta di un poderoso impianto frenante anteriore monodisco è stata fatta per lasciar
libera la vista della ruota sul lato destro. Al posteriore invece c’è un disco da 245 mm Ø su cui lavora una pinza ad un pistoncino di 32 mm Ø.

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015

Ducati Scrambler 2015 - Scheda Tecnica

Ducati Scrambler 2015 - Foto Ufficiali

Motore
Tipo: Bicilindrico a L, distribuzione Desmodromica 2 valvole per cilindro, raffreddamento ad aria
Cilindrata: 803 cm³
Alesaggio x Corsa: 88 x 66 mm
Rapporto di compressione: 11:1
Potenza: 75 CV (55 kW) 8250 giri/min
Coppia: 6,9 kgm (68 Nm) @ 5750 giri/min
Alimentazione: Iniezione elettronica, corpo farfallato diametro 50 mm
Scarico: Impianto di scarico con monosilenziatore in acciaio inossidabile, cover del terminale in alluminio; catalizzatore e doppia sonda lambda
Omologazioni: Euro 3

Trasmissione
Cambio: 6 marce
Rapporti: 1=32/13 2=30/18 3=28/21 4=26/23 5=22/22 6=24/26
Trasmissione primaria: Ingranaggi a denti dritti, Rapporto 1,85:1
Trasmissione secondaria: Catena, Pignone 15, Corona 46
Frizione: APTC multidisco a bagno d'olio con comando meccanico

Veicolo
Telaio: Traliccio in tubi di acciaio
Interasse: 1445 mm
Inclinazione cannotto: 24°
Avancorsa: 112 mm
Angolo di sterzo: 35 °
Sospensione anteriore: Forcella Kayaba a steli rovesciati da 41 mm
Escursione ruota anteriore: 150 mm
Ruota anteriore: Lega leggera a 10 razze 3,00" x 18"
Pneumatico anteriore: 110/80 R18 Pirelli MT 60 RS
Sospensione posteriore: Monoammortizzatore Kayaba regolabile nel precarico molla
Escursione ruota posteriore: 150 mm
Ruota posteriore: Lega leggera a 10 razze 5,50" x 17"
Pneumatico posteriore: 180/55 R17 Pirelli MT 60 RS
Freno anteriore: 1 disco da 330 mm, pinza radiale a 4 pistoncini con ABS di serie
Freno posteriore: Disco da 245 mm, pinza flottante a 1 pistone con ABS di serie
Capacità serbatoio benzina: 13,5 l
Peso a secco: 170 kg
*In ordine di marcia: 186 kg
Altezza sella: 790 mm - sella bassa 770 mm disponibile come accessorio
Altezza max: 1.150 mm (serbatoio olio freni)
Larghezza max: 845 mm (specchi)
Lunghezza max: 2.100 – 2.165 mm
Strumentazione: LCD
Elettronica: Ducati ABS a due canali
Garanzia: 2 anni chilometraggio illimitato
Versioni: Biposto

Guarda le foto ufficiali del nuovo Ducati Scrambler 2015

Ducati Scrambler 2015 - Foto Ufficiali

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 24 voti.  

I VIDEO DEL CANALE MOTORI DI BLOGO