WSBK: il regolamento Superbike, Supersport e Superstock 2012

La FIM ha recentemente rilasciato la prima bozza di regolamento per il 2012, che riprende tutti gli aspetti già discussi negli scorsi mesi come la singola moto per pilota anche nella Superbike, il contingentamento dei motori a soli otto per l'intera stagione mentre la Superstock (nelle due categorie) ne avrà addirittura soltanto 3. Il peso minimo delle bicilindriche salirà da 165 a 171kg, e le sessioni di libere e qualifiche saranno tutte da 45 minuti.

Vengono confermate tutte le proposte avanzate durante la stagione in corso, anche se l'handicap per i bicilindrici 1200 potrebbe essere soggetto ad ulteriori modifiche, che verranno confermate nei prossimi comunicati FIM. Inoltre sarà vietato eseguire test con i piloti iscritti al campionato dal 1°dicembre al 15 gennaio prossimi. L'età per i partecipanti alla Superstock è stata rivista: potranno correre i piloti nati fra il 1° gennaio 1986 e il 29 marzo 1996.

Come conseguenza della unica moto disponibile per tutti, non sono più previste gare "flag-to-flag" con il cambio-moto in corsa. Il direttore di gara si riserva la facoltà di interrompere la contesa per consentire ai piloti il cambio-gomme per passare dalle slick alle rain. Le gare su asfalto bagnato non saranno sospese per ragioni climatiche.

Nella sostanza sono questi i punti chiave del nuovo regolamento, che rimane invariato per quanto riguarda la gestione delle penalità, mentre avremo sempre i tre turni della Superpole ad eliminazione (16-12-8 piloti) in caso di pista asciutta e due turni (16-8 piloti) più lunghi in caso di wet superpole. Ulteriori ritocchi potrebbero essere applicati nei prossimi mesi, ma in linea generale sarà questo il quadro definitivo del regolamento 2012.

  • shares
  • Mail
18 commenti Aggiorna
Ordina: